Ad
Ad
Ad
Edilizia

Manovra 2020: più detrazioni per la casa, facciate incluse

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi il disegno di legge sul Bilancio per il 2020 e il decreto contenente disposizioni urgenti in materia fiscale. I due provvedimenti compongono la manovra finanziaria e trovano la loro traduzione sul piano contabile nel Documento programmatico di bilancio per il 2020, che viene quindi trasmesso alla Commissione europea.

Tra le varie misure previste, in materia di agevolazioni fiscali vengono prorogate al 31 dicembre 2020:

– le detrazioni del 50% o 65%per gli interventi di riqualificazione energetica della spesa in base alle caratteristiche dell’intervento (da suddividere in 10 quote annuali ), anche per gli immobili degli istituti autonomi per le case popolari;

– le ristrutturazioni edilizie al 50% da suddividere sempre in 10 quote annuali;

– il bonus per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe energetica elevata finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

La principale novità della Manovra riguarda l’introduzione per il solo 2020 della detrazione del 90% per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici (il ‘bonus facciate’): la misura punta a incentivare il rifacimento e il recupero delle facciate di palazzi e edifici storici e moderni e più in generale a rilanciare la riqualificazione degli edifici, anche dal punto di vista del risparmio energetico. Come bene evidenziato nel Documento Programmatico Bilancio 2020 che è stato trasmesso alla Commissione UE per il parere finale, l’obiettivo delle detrazioni per la casa è di favorire gli investimenti sul patrimonio edilizio, anche per aumentare la resilienza e la sostenibilità.

Write A Comment