ultime news

SUPER E IPER AMMORTAMENTO 2018 – NOVITÀ

novembre 9th, 2017 | by Redazione Confartigianato
SUPER E IPER AMMORTAMENTO 2018 – NOVITÀ
Fisco
0

La bozza di Legge di Bilancio 2018 prevede la proroga della disciplina del super-ammortamento e dell’iper-ammortamento ma con delle novità.

La bozza di Legge di Bilancio 2018 prevede la proroga della disciplina del super-ammortamento e dell’iper-ammortamento ma con delle novità. Non si tratta di disposizioni già in vigore ma di misure che dovranno superare il vaglio del Parlamento e che possono essere di interesse per le imprese che devono pianificare i loro progetti di investimento.

SUPER-AMMORTAMENTO

L’agevolazione del super-ammortamento è stata introdotta dalla Legge di Stabilità per il 2016 per incentivare gli investimenti in beni materiali strumentali e prevede:

  • una maggiorazione del 40% del costo di acquisizione dei beni materiali strumentali nuovi acquisiti, in proprietà o in leasing, nel periodo dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016, dai soggetti titolari di reddito d’impresa e dagli esercenti arti e professioni;
  • si applica, ai soli fini delle imposte sui redditi, “con esclusivo riferimento alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria”.

Inizialmente, per rendere più appetibile l’agevolazione, era stato espressamente previsto che la maggiorazione del 40% dovesse trovare applicazione anche con riferimento ai limiti descritti dall’art. 164 comma 1, Lettera b), Tuir per il riconoscimento fiscale del costo di acquisizione di autovetture, autocaravan, ciclomotori e motocicli.

Dal 1 gennaio 2017, la legge di Bilancio 2017 ha prorogato la disciplina relativa al super ammortamento in relazione agli investimenti in beni nuovi effettuati entro il 31 dicembre 2017, ovvero entro il maggior termine del 30 giugno 2018 a condizione che, entro la predetta data del 31 dicembre 2017:

  • il relativo ordine risulti accettato dal venditore;
  • sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari al 20% del costo di acquisizione. Nel caso di locazione finanziaria deve essere stipulato il contratto di leasing e deve essere versato il 20% di maxi canone.

La Circolare n. 4/E/2017 precisa che: “soltanto al verificarsi di entrambe le suddette condizioni risultano ammissibili al super ammortamento anche gli investimenti “effettuati” nel periodo 1° gennaio 2018 – 30 giugno 2018”. A questo proposito, l’Agenzia delle Entrate ricorda che il momento di effettuazione dell’operazione di acquisizione dei beni mobili è la data di consegna o spedizione, ovvero se diversa e successiva, la data in cui si verifica l’effetto traslativo o costitutivo della proprietà o di altro diritto reale, senza tener conto delle clausole di riserva della proprietà.

A differenza, però della precedente versione dell’agevolazione, per l’anno 2017sono stati espressamente esclusi dal super ammortamento i veicoli e gli altri mezzi di trasporto di cui all’art. 164, comma 1 lettera b) e b-bis), Tuir, ovvero i veicoli per cui è prevista la deducibilità parziale. Si tratta quindi:

  • veicoli aziendali e dei professionisti (deducibilità al 20%)
  • veicoli agenti e rappresentanti (deducibilità all’80%)
  • veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti (deducibilità al 70%)

Novità della Legge di bilancio 2018

Nella bozza di legge di bilancio è prevista la proroga a favore delle imprese e lavoratori autonomi che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi dall’1.1.2018 al 31.12.2018 (30.6.2019 a condizione che entro il 31.12.2018 sia accettato il relativo ordine e siano pagati acconti in misura pari al 20% del costo di acquisizione) e di incrementare il relativo costo di acquisizione del 30%al solo fine di determinare le quote di ammortamento e i canoni di leasing.

Inoltre nella bozza si amplia la categoria degli autoveicoli esclusi dall’agevolazione. Infatti dal 2018 saranno esclusi dall’agevolazione:

  • veicoli a deducibilità limitata di cui all’art. 164, comma 1, lett. b), TUIR;
  • veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti ex lett. b-bis);
  • quelli esclusivamente strumentali all’attività d’impresa e di uso pubblico di cui alla lett. a).

Di fatto, quindi, l’esclusione dall’agevolazione riguarda l’intera categoria dei veicoli richiamati dal comma 1 del citato art. 164 (fino al 2017 l’esclusione era limitata ai veicoli di cui alle lett. b e b-bis). Dal 2018, quindi, restano escluse dall’agevolazione anche le autovetture per le imprese di autonoleggio e per le autoscuole, le autovetture utilizzate dai taxisti o dalle imprese che effettuano attività di noleggio con conducente.

IPER-AMMORTAMENTO

Con la Legge 11 dicembre 2016, n. 232, Art. 1, comma da 8 a 13, è stata introdotta la possibilità, per i soli titolari di reddito d’impresa (esclusi, quindi, gli esercenti arti e professioni) di maggiorare il costo di acquisizione per gli investimenti effettuati dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2017 (ovvero entro il 30 giugno 2018):

  • in beni strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave “Industria 4.0”, per i quali è riconosciuta una maggiorazione del 150% del costo di acquisizione (c.d. iper – ammortamento). I beni agevolabili sono elencati nell’allegato A annesso alla Legge di Bilancio 2017 (“Beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello Industria 4.0”);
  • in determinati beni immateriali strumentali effettuati, da soggetti che già beneficiano dell’iper- ammortamento, per i quali è riconosciuta una maggiorazione del 40% del costo di acquisizione (c.d. maggiorazione relativa ai beni immateriali). I beni immateriali agevolabili sono compresi nell’elenco di cui all’allegato B della Legge di bilancio 2017.

Ulteriore requisito essenziale per godere dell’agevolazione è l’interconnessione del bene al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura. 

Per poter fruire dei benefici dell’iper-ammortamento e della maggiorazione relativa ai beni immateriali, l’impresa è tenuta a produrre:

  • per i beni dal costo unitario di acquisizione inferiore o uguale a 500.000 euro, una dichiarazione resa dal legale rappresentante ai sensi del D.P.R. 445/2000 (Dichiarazione sostitutiva di atto notorio). Tale dichiarazione può anche essere sostituita dalla perizia tecnica giurata o dall’attestato di conformità di cui al punto successivo;
  • per i beni di costo unitario di acquisizione superiore a 500.000 euro, da una perizia tecnica giurata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali.

Con il c.d. “Decreto Sud” è stata stabilita la proroga dal 30.06 al 30.09.2018 del termine entro il quale effettuare gli investimenti in beni strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico al fine di beneficiare della maggiorazione del 150% del costo di acquisizione sempreché, entro il 31.12.2017:

  • l’ordine sia accettato dal venditore;
  • siano pagati acconti in misura pari al 20% del costo di acquisizione. Nel caso di locazione finanziaria deve essere stipulato il contratto di leasing e deve essere versato il 20% di maxi canone.

Novità della Legge di bilancio 2018

In base a quanto previsto dalla bozza della Manovra 2018, per gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi compresi nell’elenco dell’allegato A e per i beni immateriali compresi nell’elenco dell’allegato B della Legge di Bilancio 2017, il costo di acquisizione è maggiorato rispettivamente del 150% e del 40% anche:

per gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2018, ovvero entro il 31 dicembre 2019, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2018 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione”.

La Bozza della Legge di Bilancio 2018 oltre alla proroga dell’iper-ammortamento dà la possibilità di sostituire i beni oggetto di iper-ammortamento nel rispetto delle seguenti regole:

  • l’impresa sostituisca il bene originario con un bene strumentale nuovo con caratteristiche tecnologiche /analoghe o superiori a quelle previste dal citato Allegato A;
  • attesti l’effettuazione dell’investimento sostitutivo, le caratteristiche del nuovo bene e il requisito dell’interconnessione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *