Author

Confartigianato Ch Aq

Browsing

Il Ministero della Salute ha diramato una comunicazione riportante le misure da adottare in via precauzionale per evitare il contagio da “Coronavirus 2019-nCoV”, volte a proteggere i soggetti che, per ragioni lavorative, sono a contatto con il pubblico.

Si tratta di quelle misure generalmente in uso per contenere la diffusione delle malattie trasmesse per via respiratoria: lavarsi frequentemente le mani; porre attenzione all’igiene delle superfici; evitare i contatti stretti e protratti con persone con sintomi simil influenzali.

La comunicazione riporta che la via di trasmissione più frequentemente rilevata è quella a seguito di contatti stretti e prolungati da persona a persona, ed evidenzia come da precisazione del Centro Europeo per il Controllo delle Malattie che la probabilità di osservare casi a seguito di trasmissione interumana all’interno dell’Unione Europea è stimata da molto bassa a bassa.

Si ricorda che è il Datore di Lavoro, ai sensi della normativa vigente in materia di Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro (D.Lgs. 81/2008 e smi), il responsabile dell’adozione di tutte le misure che tutelino i lavoratori da possibili rischi. Quello in questione è il rischio biologico che deve essere valutato dall’imprenditore unitamente al medico competente.

Si invitano i datori di lavoro a riferire al proprio personale i comportamenti da adottare.

La circolare del Ministero della Salute è consultabile CLICCANDO QUI.

Come noto, il comma 476 della legge 27 dicembre 2019, n. 120, intervenendo sul decreto legge n. 4/2019, consente la possibilità di accesso a pensione con opzione al sistema contributivo in favore delle donne che abbiano perfezionato il requisito dei 58 anni di età e 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2019.

La norma ha confermato le disposizioni specifiche per i dipendenti del comparto scuola con possibilità di presentare domanda di cessazione dal servizio entro il 29 febbraio 2020 per i pensionamenti con decorrenza settembre 2020 (cfr. circolare INAPA n. 38 del 9 gennaio 2020).

In data 7 febbraio 2020 il MIUR ha emanato la nota n. 2664 con la quale comunica che è resa disponibile la procedura telematica web POLIS “istanze on-line” per l’invio delle domande di cessazione dal servizio per il personale scolastico che intende avvalersi della suddetta modalità di pensionamento. Tale funzione rimarrà abilitata fino alle 23.59 del 29 febbraio 2020.

La Giunta Regionale ha approvato con DGR n. 72 del 3 febbraio 2020 il disciplinare per la realizzazione della rete regionale “Abruzzo Bike Friendly”, finalizzata a valorizzare l’offerta cicloturistica.

Le domande di ammissione alla rete possono essere presentate da:

– Strutture ricettive turistiche (strutture alberghiere, extralberghiere e le strutture ricettive all’aria aperta, B&B);
– Operatori turistici e esercizi commerciali complementari all’offerta cicloturistica (negozi specializzati vendita di bicilette, noleggi e bike center, operatori turistici, scuole bike, servizi di trasporto (bici taxi, bike shuttle ecc.), agenzie viaggi e tour operator);
– Attività legate alla ristorazione (ristoranti, agriturismi, Bar con piccola ristorazione (Bike Bar);
Stabilimenti balneari.

L’indirizzo di posta elettronica certificata utilizzabile per inviare la domanda via PEC è il seguente: dph002@pec.regione.abruzzo.it

Si può consultare e scaricare la documentazione dal seguente link:
https://www.regione.abruzzo.it/content/abruzzo-bike-friendly

“Edilizia sostenibile con Ecobonus e Sismabonus”: è il titolo del convegno che si terrà il 28 febbraio dalle ore 16 nella sede di Academy ForMe situata al 1° piano del Centro Commerciale Centauro a Chieti. L’iniziativa è volta a chiarire le opportunità offerte dal Sismabonus e dall’Ecobonus per rendere le abitazioni più sicure e meno energivore, con detrazioni che arrivano fino all’85% con il sismabonus e addirittura al 90% con il bonus facciate.

Il seminario è rivolto ad imprese, liberi professionisti, responsabili degli uffici tecnici, amministratori di  condomini e anche ai cittadini ed ha l’obiettivo di illustrare nel dettaglio le normative e come consentire ad imprese e cittadini di beneficiarne.

Per partecipare è opportuno mandare una mail di conferma all’indirizzo categorie@confartigianato.ch.it.

Per maggiori informazioni rivolgersi alla segreteria organizzativa: tel. 0871/330270 mail: categorie@confartigianato.ch.it (rif. Francesco Cicchini).

La Convenzione per il pagamento dei diritti d’autore per la “Musica d’ambiente” trasmessa nei laboratori artigiani, negli ambienti di lavoro non aperti al pubblico, nei negozi di vendita aperti al pubblico e nei pubblici esercizi (bar, ristoranti ecc), prevede che gli associati alla Confartigianato, dietro presentazione della tessera associativa, usufruiscano di una riduzione del 25% sulle tabelle tariffarie SIAE 2020.

La Convenzione è applicabile anche ai compensi previsti per l’utilizzo di musica nelle attese telefoniche e per gli apparecchi installati su automezzi pubblici, per i quali, quindi, le imprese associate possono usufruire di una riduzione pari al 40%. Al fine di usufruire della riduzione è necessario versare i compensi previsti per i diritti d’autore entro il 29 febbraio 2020 .

TABELLE COMPENSI SIAE 2020

Laboratori Artigiani e Negozi 2020

Pubblici Esercizi 2020

Trattenimenti Musicali senza Ballo 2020

Attese Telefoniche su Telefonia Fissa 2020

Musica di Sottofondo in Automezzi Pubblici 2020

Musica di Sottofondo in Stabilimenti Balneari 2020

Attività di Animazione Balneari 2020

Il rinnovo può essere effettuato sia online, all’indirizzo:

https://www.siae.it/it/sol_mda/u/subscription, se in possesso delle credenziali, sia rivolgendosi agli sportelli SIAE in tutta Italia.

Per ulteriori informazioni sulla normativa relativa al diritto d’autore e sulle modalità per sottoscrivere gli abbonamenti, è possibile consultare il sito internet: SIAE, nonchè contattare i nostri uffici.

I Comuni della provincia di Chieti sono tra i peggiori d’Italia per quanto riguarda il tempo medio di pagamento delle forniture, erogate in parte anche dalle piccole imprese e dall’artigianato: sono necessari in media 50 giorni. Il dato colloca il Chietino tra i territori peggiori d’Italia e all’ultimo posto in Abruzzo. A livello regionale, infatti, il tempo medio è di 46 giorni, a fronte di una media italiana di 37 giorni, nonostante il limite di legge sia di un mese. E’ quanto emerge da un’elaborazione di Confartigianato Chieti l’Aquila, che ha analizzato i dati – relativi al primo semestre 2019 – contenuti in un’indagine del Centro studi dell’associazione nazionale.

In Abruzzo la maggior parte dei Comuni – 167 – paga entro un tempo compreso tra i 31 e i 60 giorni; 59 enti tra i 61 e i 90 giorni; 12 tra 91 e 180 giorni; 65 entro i 30 giorni. Nessuno supera i 180 giorni. Solo il 21,5% dei Comuni abruzzesi (40,6% in Italia) paga entro i 30 giorni previsti dalla legge. Dopo l’Abruzzo ci sono solamente Campania, Lazio, Sicilia e Calabria.

A livello provinciale, se la maglia nera spetta a Rieti (68 giorni), sul podio dei peggiori insieme a Reggio Calabria (66) e Campobasso (62), la provincia di Chieti non se la passa meglio: per i pagamenti sono necessari, in media, 50 giorni, dato che colloca il territorio tra gli ultimi 13 della graduatoria. La maggior parte dei Comuni – 57 – paga in un tempo compreso tra i 31 e i 60 giorni, ma ve ne sono quattro che pagano tra i 91 e i 180 giorni.

Seguono la provincia di Teramo che, con una media di 48 giorni, è quella che più si avvicina a Chieti per il record negativo, quella dell’Aquila (43) e quella di Pescara (41).

A livello nazionale sul podio ci sono la Provincia Autonoma di Bolzano (20 giorni), il Veneto (28 giorni), la Liguria e la Valle d’Aosta (29 giorni).

“Siamo impegnati da tempo su questo tema – afferma il direttore generale di Confartigianato Chieti L’Aquila, Daniele Giangiulli – perché è necessaria una vera e propria battaglia, a tutti i livelli, per risolvere il problema. E’ inconcepibile che le imprese debbano attendere tanto per ottenere il pagamento di servizi già prestati, in un momento in cui sono già in forte crisi di liquidità. Siamo al paradosso: piccole e medie imprese e artigiani rischiano di chiudere per i troppi crediti. La soluzione al problema, lo diciamo da tempo, è quella di adottare la compensazione diretta dei debiti e dei crediti verso la Pa. In questo modo – conclude – si darebbero liquidità ed ossigeno alle imprese”.

La dinamica del credito alle medie e piccole imprese, in Abruzzo, a settembre 2019, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, registra il -2,7%, dato – in leggero miglioramento rispetto a giugno, quando si registrò il record peggiore degli ultimi tre anni – che colloca la regione al 12esimo posto della classifica nazionale. In un contesto in cui tutte le regioni italiane, ad eccezione della Calabria, presentano il segno meno, l’Abruzzo fa peggio della media del Paese, pari al -2,3%. Emerge da un’indagine del Centro studi di Confartigianato Chieti L’Aquila, che lancia il nuovo prodotto “Credito per il territorio”: fino a 50mila euro per le imprese a spese ridotte e tassi agevolati.

Dall’indagine emerge che negli ultimi tre anni i dati sul credito alle piccole imprese in Abruzzo hanno sempre avuto segno meno: -1,3 a settembre 2016, -1,1 a settembre 2017, -2,9 a settembre 2018, -2,4 a marzo 2019 e -3,2 a giugno 2019.

Creditfidi – il confidi di emanazione Confartigianato – e la Bcc Abruzzese lanciano un nuovo prodotto a supporto delle imprese e dei professionisti del territorio, che potranno ottenere un credito fino a 50mila euro, a spese ridotte e tassi agevolati, con tempi veloci di istruttoria e potendo contare sulla garanzia di Creditfidi fino all’80%.

“L’analisi dei dati – afferma il direttore di Confartigianato Chieti L’Aquila, Daniele Giangiulli – conferma come quella del credito continui a rappresentare la vera emergenza per le piccole imprese abruzzesi. Proprio per questo servono misure a sostegno degli artigiani e dei professionisti. Con questa iniziativa vogliamo dare un segnale al territorio. A disposizione c’è un plafond di un milione di euro, risorse che rappresentano sicuramente una boccata d’ossigeno per le imprese. Se i risultati dovessero essere positivi, ci impegniamo fin da ora per replicare tale iniziativa”.

“La Bcc Abruzzese – afferma il presidente Michele Borgia – ha aderito in modo convinto all’iniziativa che potrà supportare, in modo meritocratico, le esigenze degli operatori che dispongono di un progetto promettente”.

Academy Forme, ente di formazione di Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila, organizza un corso di formazione GRATUITO di avvio all’attività di operatore CAAF, con particolare riguardo alla compilazione dei modelli 730.

L’offerta si rivolge a disoccupati o inoccupati in possesso di un Diploma di scuola media superiore con preferenza in indirizzi amministrativi e buona dimestichezza nell’utilizzo di strumenti ed applicativi informatici.

Caratteristiche fondamentali sono inoltre una buona attitudine alla gestione diretta con il pubblico, al lavoro in team e la flessibilità nella gestione degli orari.

Il corso inizierà a febbraio 2020 presso la sede provinciale di Confartigianato in Chieti, in P.zza G. Falcone e P. Borsellino, 3.

Le eventuali successive assunzioni dei corsisti selezionati, saranno con contratto a termine full-time o part-time in una delle sedi del CAAF Confartigianato presenti nella provincia di Chieti.

Se interessato, invia la scheda di adesione unitamente al tuo curriculum entro il 02 febbraio 2020 all’email tributario@confartigianato.ch.it inserendo nell’oggetto CANDIDATURA CORSO CAAF.

A causa della limitata disponibilità di posti, l’invio della candidatura per la partecipazione al corso non vincola CAAF Confartigianato Chieti alla sua automatica accettazione.  In caso di positiva selezione, i candidati saranno contattati per l’illustrazione dei tempi e delle modalità di erogazione del corso.

SCHEDA DI ADESIONE

“Giovani protagonisti – Roadshowsui bandi ed opportunità per ragazzi” è il titolo del Convegno che si svolgerà giovedì 23 gennaio ad Ari. L’appuntamento è alle ore 18 nella sede comunale di via Papa Giovanni XIII.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Ari, Marcello Salerno, ci saranno gli interventi del direttore di Confartigianato Chieti L’Aquila, Daniele Giangiulli, che farà un focus sulle tendenze del mercato del lavoro, quello della responsabile Area Credito Creditfidi, Manuela Cinalli,  che parlerà di Resto al Sud, quello della referente area Politiche attive del lavoro di Academy ForMe, Valentina Antonioli, sul nuovo piano Garanzia Giovani della Regione Abruzzo, e quello di Annalisa Michetti, dello Europ Direct di Chieti, che parlerà di opportunità di mobilità nell’Unione Europe.

A seguire, alle 19.30, è previsto un buffet.

La cucina abruzzese intesa come eccellenza, con le sue peculiarità e i suoi prodotti tipici, al centro del nuovo corso gratuito “Tecnico esperto in enogastronomia e valorizzazione della cucina regionale”, promosso da Academy ForMe. L’iniziativa è rivolta a quindici studenti disoccupati o inoccupati, in possesso di diploma conseguito in un istituto alberghiero (articolazione ‘enogastronomia’).

Le caratteristiche del corso sono state illustrate nel corso di una conferenza stampa a Chieti, cui hanno preso parte il direttore generale di Confartigianato Chieti L’Aquila, Daniele Giangiulli, la responsabile Formazione dell’associazione, Marcella Tunno, e Gaudenzio D’Angelo, titolare del ristorante “Casa D’Angelo” e presidente dell’Associazione Italiana Sommelier (Ais), in rappresentanza anche dei ristoranti d’eccellenza “La Grotta dei Raselli”, “Il Ritrovo d’Abruzzo” e “Fragranze”, attività coinvolte nel progetto.

Academy ForMe è tra i beneficiari ammessi nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Abruzzo – intervento n. 47 – Enogastronomia: Alta formazione e inserimento al lavoro – finalizzato all’erogazione del percorso a qualifica in questione. Il corso ha una durata complessiva di 600 ore, 400 delle quali in aula e 200 di stage. Coinvolti nel progetto numerosi ristoranti referenziati abruzzesi, che rappresentano l’eccellenza dell’enogastronomia regionale. Verrà appositamente costituita, infatti, un’Associazione Temporanea di Scopo (Ats).

I partecipanti al corso, oltre ad un’indennità di frequenza per la parte teorica, avranno accesso ad ulteriori sei mesi di tirocinio extracurriculare con un’indennità prevista di 600 euro al mese. Le materie del corso saranno molto tecniche e specializzate, in quanto finalizzate ad una cucina regionale d’eccellenza. E’ possibile iscriversi, fino al raggiungimento massimo del numero consentito di partecipanti, contattando i numeri telefonici 0871.64430 – 392.9125597 o scrivendo all’indirizzoinfo@academyforme.it.

“Si tratta di una preziosissima opportunità per i giovani senza lavoro che abbiano già una formazione in ambito enogastronomico – afferma Giangiulli – Gli allievi potranno specializzarsi nelle eccellenze abruzzesi, in un momento storico in cui il settore ‘food’, in forte espansione, offre grandi opportunità lavorative. Valore aggiunto del progetto è anche il tirocinio extracurriculare: dopo la parte teorica e pratica presso la scuola, gli studenti potranno cimentarsi all’interno di ristoranti che rappresentano un’eccellenza e che hanno fatto la storia dell’enogastronomia abruzzese, mettendo in pratica quanto appreso e potendo contare su un’indennità di 600 euro al mese”.