Author

Confartigianato Ch Aq

Browsing

Il decreto legge 105/2021 “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche” impone, a partire dal 6 agosto, l’obbligo di essere in possesso di Green pass (Certificazione verde) per l’accesso a diversi servizi, tra cui servizi di ristorazione svolti da qualsiasi esercizio, (bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, pizzerie, etc.), per il consumo al tavolo, al chiuso.

GREEN PASS

Il Green pass viene generato in automatico e messo a disposizione gratuitamente nei seguenti casi:

  • aver effettuato la prima dose o il vaccino monodose da 15 giorni;
  • aver completato il ciclo vaccinale;
  • essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti;
  • essere guariti da COVID-19 nei sei mesi precedenti.

LA VERIFICA

La verifica delle certificazioni verdi spetta ai gestori o titolari delle attività ed è effettuata mediante la lettura del codice a barre bidimensionale, utilizzando esclusivamente l’applicazione mobile che consente unicamente di controllare l’autenticità, la validità e l’integrità della certificazione, e di conoscere le generalità
dell’intestatario. Per la verifica della corrispondenza tra chi mostra la certificazione e l’intestatario della stessa deve essere richiesta l’esibizione di un documento d’identità.

DOWNLOAD APP

Per la lettura occorre scaricare un’apposita app da uno dei seguenti link:

 

Per qualsiasi chiarimento è possibile scrivere a marketing@confartigianato.ch.it.

 

In attesa che da gennaio 2022 vada a regime per tutti l’assegno unico universale per le famiglie con figli a carico, che sostituirà le altre forme di sostegno al reddito, le agevolazioni e detrazioni fiscali compreso il Bonus mamma domani, per tutto il 2021 sarà ancora possibile chiedere all’INPS il versamento degli 800 euro finora concessi alle neo-madri indipendentemente dall’ISEE. Vediamo dunque quali sono i requisiti richiesti e come presentare domanda di riconoscimento del Bonus mamma domani.

Bonus mamma domani 2021: importo e requisiti

Ricordiamo che il Bonus mamma domani consiste in un contributo di 800 euro, importo raddoppiato per parto gemellare, erogato una tantum e in un’unica soluzione alle donne in attea, a partire dal settimo mese di gravidanza. L’assegno può essere richiesto anche al momento della nascita o da quando inizia l’affidamento preadottivo oppure l’adozione del/della bambino/a. Il premio non concorre alla formazione del reddito complessivo di cui all’articolo 8 del Testo Unico delle imposte sui redditi. La richiesta può essere effettuata anche retroattivamente, entro un anno dal verificarsi dell’evento, non prevede soglie ISEE, e potrà essere inoltrata all’INPS fino al 31 dicembre 2021. Possono richiedere il Bonus mamma domani sia le cittadine italiane che le donne straniere residenti in Italia comunitarie, o extracomunitarie con permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, o in alternativa la carta di soggiorno per familiari di cittadini dell’Unione Europea.

Bonus mamma domani 2021: documenti

Il primo passo da compiere per vedersi riconosciuto il Bonus mamma domani 2021 è farsi rilasciare dal proprio medico il certificato sullo stato di gravidanza, con indicata la data presunta del parto. Questo nel caso in cui il parto non sia già avvenuto naturalmente. Per le richieste inoltrate dopo la nascita occorre autocertificare nella domanda la data del parto e le generalità del bambino, compreso il codice fiscale. In caso di parto plurimo il bonus viene riconosciuto per ogni minore e bisogna indicare tutte le generalità. Per le adozioni è necessario presentare all’INPS i dati relativi al provvedimento da parte del tribunale, i dati di ingresso in famiglia, più eventualmente l’adozione pronunciata da uno Stato estero. Le donne straniere extracomunitarie devono allegare alla domanda di Bonus mamma domani anche gli estremi del permesso di soggiorno. Nella domanda va inoltre indicato il codice IBAN del proprio conto sul quale l’INPS verserà gli 800 euro, a meno che non si opti per il bonifico domiciliato presso ufficio postale. Una volta in possesso della documentazione richiesta, la richiesta di Bonus mamma domani deve essere effettuata esclusivamente in modalità telematica all’INPS, compilando il modulo online messo a disposizione dall’Istituto. Per farlo, bisogna essere in possesso delle credenziali SPID, della Carta di Identità Elettronica o del PIN INPS.

La domanda può essere presentata tramite il Patronato INAPA di Confartigianato presente all’interno delle sedi di Confartigianato oppure telefonando a Debora De Nicola tel. 0871 330270  mail: patronatoinapa1@confartigianato.ch.it.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo decreto legge “Covid”, volto in primo luogo a regolamentare l’obbligo di utilizzo del Green pass (certificazione verde) per accedere ad alcune attività economiche. Il decreto, inoltre, proroga fino al 31/12/21 lo stato di emergenza e individua nuovi criteri per la definizione di “zone colorate” sul territorio nazionale. L’Abruzzo, i cui parametri sono ottimali, al momento rimane in zona bianca e non rischia un imminente cambio di zona.

IL GREEN PASS

In particolare, il decreto stabilisce che, a partire dal 6 agosto, sarà possibile svolgere alcune attività solo se si è in possesso di un Green pass, comprovante:  l’effettuazione di almeno la prima dose di vaccino, la guarigione dall’infezione (validità 6 mesi) o l’effettuazione di un “tampone negativo” (validità 48 ore).

QUALI ATTIVITA’

Tra le attività per cui sarà richiesto il green pass si evidenziano:

  • servizi per la ristorazione, svolti da qualsiasi esercizio, per consumo al tavolo al chiuso
  • piscine, palestre, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso
  • sagre e fiere, convegni e congressi
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre

 

CONTROLLI E SANZIONI

I titolari o i gestori dei servizi e delle attività, previa esibizione del green pass, saranno tenuti a verificare che l’accesso a queste attività avvenga nel rispetto delle prescrizioni. In caso di violazione potrà essere elevata una sanzione da 400 a 1000 euro sia a carico dell’esercente sia dell’utente. Qualora la violazione fosse ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

NUOVI PARAMETRI

Per quanto concerne i cambi di colore delle Regioni, l’incidenza dei contagi non sarà più il criterio guida. Infatti, dal 1° agosto i parametri principali saranno il tasso di occupazione dei posti letto per pazienti affetti da Covid-19 in area medica e in terapia intensiva.

Per maggiori informazioni o chiarimenti è possibile scrivere a marketing@confartigianato.ch.it.

 

Confartigianato Chieti L’Aquila lancia un nuovo servizio: il noleggio a lungo termine di auto e veicoli commerciali, a condizioni vantaggiose ed esclusive per gli associati. L’attività è frutto della partnership con la società LeasePlan. Confartigianato offre pacchetti totalmente personalizzabili e calibrati sulle diverse esigenze, tutti “chiavi in mano”: per avere un preventivo gratuito è sufficiente contattare lo 0871.330270.

Il Noleggio a Lungo Termine è una formula di acquisizione e gestione delle auto e dei veicoli commerciali, alternativa alla proprietà e al leasing, accessibile ai privati, professionisti e aziende. Per le imprese, tra l’altro, i costi sostenuti per il noleggio sono deducibili.

I vantaggi:

  • Le offerte di noleggio, con e senza anticipo, soddisfano tutte le tue esigenze di mobilità, con offerte di veicoli multimarca e allestimento personalizzabile.
  • Il canone mensile è fisso, calibrato preventivamente sulle tue capacità di spesa.
  • Grazie alla partnership, LeasePlan si occupa di finanziare l’acquisto del veicolo che hai scelto, senza nessun tipo di limitazione sul tipo di marca, modello ed equipaggiamento.
  • Dal momento della consegna del veicolo nuovo, potrai disporre dell’auto fino alla scadenza del contratto, usufruendo di tutti i servizi inclusi, garantendoti la sicurezza alla guida, e liberandoti delle preoccupazioni legate alla svalutazione della vettura e alla sua gestione operativa.
  • Ti libererai delle onerose attività gestionali legate al pagamento delle tasse di proprietà o alla rivendita del veicolo.
  • Alla fine del contratto puoi restituire il veicolo e sostituirlo, se desideri, con un nuovo ordine di noleggio, al fine di assicurarti un’auto sempre nuova ed efficiente.

Dall’assicurazione al cambio pneumatici, dalla telematica alla manutenzione ordinaria e straordinaria e al soccorso stradale h24, sono numerose le soluzioni e le opzioni che vanno a comporre i pacchetti.

Contattaci per una consulenza gratuita e non vincolante: noleggio@confartigianato.ch.it0871.330270

Offrire sostegno e credito alle imprese del territorio in un momento economico estremamente delicato. Questo l’obiettivo della convenzione sottoscritta da Creditfidi, il consorzio fidi di Confartigianato Chieti L’Aquila, e Banca Popolare di Puglia e Basilicata, che ha di recente acquisito parte degli sportelli della vecchia Cassa di risparmio di Chieti.

“Si tratta di un segnale importante di vicinanza al territorio – affermano il presidente ed il direttore di Creditfidi, Mario Gasbarri e Daniele Giangiulli – La Banca Popolare di Puglia e Basilicata, con questa convenzione, dimostra il suo interesse verso il tessuto produttivo locale. Un accordo – concludono – che è di buon auspicio rispetto alle attività che potranno essere portate avanti, in termini di supporto e accesso al credito per le imprese”.

Sottoscritto oggi all’Aquila il “Protocollo di legalità ex art. 35 Dl 189/2016”, il cui obiettivo è quello di avviare una seria di attività volte allo sviluppo di una ricostruzione post sisma svolta in sicurezza e legalità, che possa garantire lavoro, salute, sviluppo dell’economia e risorse pubbliche impiegate per la loro totalità nell’economia reale. La firma c’è stata nel pomeriggio nella sede della Prefettura dell’Aquila, alla presenza del commissario per la ricostruzione post sisma 2016, Giovanni Legnini, del direttore della struttura di missione antimafia sisma, Carmine Valente, e del Prefetto Cinzia Torraco.

Per Confartigianato Chieti L’Aquila – l’associazione è tra i sottoscrittori dell’intesa – era presente il direttore generale Daniele Giangiulli.

I contenuti del protocollo saranno applicati in tutti i cantieri pubblici e privati connessi alla ricostruzione post sisma 2016. Il protocollo è finalizzato a prevenire fenomeni quali il lavoro nero o grigio, il dumping contrattuale, i fenomeni elusivi, la concorrenza sleale, l’evasione contributiva, i fenomeni infortunistici. Tra gli obiettivi anche quello di sostenere iniziative di informazione verso la committenza pubblica e privata, al fine della corretta applicazione del quadro normativo di riferimento.

Abruzzo Sviluppo SpA, Soggetto Gestore del Fondo Microcredito FSE per conto di Regione Abruzzo, pubblica l’Avviso “Liquidità”, una misura volta alla concessione di finanziamenti a TASSO ZERO  di importo compreso tra 5.000,00 e 15.000,00 euro ad imprese costituite ed attive, non bancabili, con difficoltà di accesso al credito, per l’attribuzione di risorse finanziarie necessarie alla salvaguardia e al consolidamento dell’attività imprenditoriale sul proprio mercato di riferimento, al fine di contrastare la crisi economica in atto.

Si tratta di prestiti destinati alla liquidità aziendale e alla salvaguardia delle attività d’impresa.

I finanziamenti del cosiddetto “Avviso Liquidità” saranno concessi a favore di imprese costituite e già attive alla data di pubblicazione dell’Avviso e comunque non successivamente al 30/04/2021, in particolare Micro e Piccole Imprese che assumono la forma giuridica di ditta individuale, di società di persone, società cooperative, lavoratori autonomi e liberi professionisti.

I prestiti concessi a valere sull’Avviso “Liquidità”, che ha una dotazione finanziaria di 8 milioni di euro (risorse derivanti da rinvenienze del Fondo Microcredito FSE e Fondo Microcredito FSE – Nuove Misure 2018), hanno una durata di 72 mesi (incluso il periodo di preammortamento di 12 mesi), non prevedono spese di istruttoria e potranno essere estinti in qualsiasi momento senza oneri aggiuntivi. Inoltre, non verranno richieste garanzie reali, patrimoniali, finanziarie né personali.

Non possono presentare istanza di finanziamento i Soggetti già beneficiari delle precedenti Misure di Microcredito gestite da Abruzzo Sviluppo SpA.

Le spese ammissibili sono quelle ritenute “congrue ed attinenti all’iniziativa imprenditoriale”, al netto dell’IVA e di altre imposte e tasse, sostenute dal 4 Marzo 2020.

A titolo esemplificativo le spese ammissibili sono:

  • Spese di funzionamento e gestione;
  • Consulenze;
  • Investimenti fissi, limitatamente a macchinari, impianti, software, attrezzature generiche;
  • Acquisto di materie prime, semilavorati prodotti finiti;
  • Pagamento di debiti commerciali afferenti all’attività d’impresa;
  • Spese per adeguamento e messa a norma degli impianti termici, elettrici ed idraulici;
  • Costo del personale con regolare contratto di assunzione da parte dell’impresa;
  • Costi promozionali (SI a web site e materiali. No partecipazione a fiere o eventi);
  • Corsi di formazione funzionali all’attività d’impresa;
  • Opere murarie connesse all’attività d’impresa.

L’acquisto di autovetture/automezzi è ammissibile limitatamente ai mezzi dedicati, indispensabili per l’attività d’impresa, al suo ciclo produttivo e di vendita. E’ inammissibile l’acquisto di autovetture/automezzi ad uso promiscuo.

Le domande di ammissione potranno essere presentate, con modalità “a sportello”, secondo le indicazioni riportate nell’Avviso, esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo liquidita@pec.abruzzosviluppo.it  a partire dal 6 settembre 2021 e fino al 16 settembre 2021.

Per ricevere assistenza per la presentazione delle domande  è possibile rivolgersi agli uffici di Confartigianato Imprese Chieti-L’Aquila e di Creditfidi, oppure è possibile contattare i seguenti recapiti: info@creditfidi.it – 333/9644770.

“La Dichiarazione di Conformità nel settore idrotermogas” – Approfondimento sulla corretta compilazione della DiCo e degli Allegati obbligatori. E’ il corso di formazione promosso da Academy ForMe, la scuola di Confartigianato Chieti L’Aquila. Due gli appuntamenti: il primo il 17 luglio nella sede di Chieti, in via Filippo Masci (centro commerciale Centauro), dalle 15 alle 18; il secondo il 30 luglio nella sede dell’Aquila, al Nucleo industriale Bazzano, sempre dalle 15 alle 18.

La corretta compilazione della dichiarazione di conformità è un obbligo per l’installatore. Deve essere predisposta correttamente, nel rispetto dei requisiti di legge e delle norme tecniche applicabili.

Destinatari: il corso si rivolge agli impiantisti installatori termoidraulici (abilitazione ai sensi del D.M. 37/08 lettere c – impianti di riscaldamento – d – impianti idrici e sanitari – ed e – impianti per l’utilizzazione e la distribuzione del gas).

Obiettivi: redigere correttamente la dichiarazione di conformità dell’impianto e gli allegati obbligatori.

Durata: 3 ore

Programma: quadro normativo, le prescrizioni e le modalità operative per attivare nuove utenze gas, effettuare il collaudo degli impianti installati e redigere la documentazione obbligatoria stabilita dalla normativa di riferimento; disponibilità sul mercato di prodotti software per la compilazione della DiCo. Presentazione di una demo specifica.

 

SCHEDA CORSOSCHEDA DI ADESIONE

Riprendere in tempi celeri e con risultati adeguati la programmazione dell’attività ispettiva sugli impianti termici su tutto il territorio provinciale, a seguito del lungo periodo di inattività sia dovuto al contesto della pandemia, sia al mancato affidamento del servizio in modalità stabile per un periodo pluriennale. E’ la richiesta avanzata da Confartigianato Chieti L’Aquila e discussa nel corso di un incontro con la Provincia dell’Aquila.

Al confronto, che si è svolto nella sede della Provincia, hanno preso parte il presidente dell’ente, Angelo Caruso, il consigliere provinciale Francesco De Santis, il presidente territoriale di Confartigianato, Angelo Taffo, ed una rappresentanza degli impiantisti termoidraulici manutentori.

La Provincia, confermando l’avvenuto affidamento sperimentale di controlli a campione sul territorio effettuato nel 2020, ha annunciato a breve una nuova procedura di gara che comporterà il nuovo affidamento del servizio entro tempi strettissimi. Contestualmente, l’ente ha manifestato il pieno interesse a pubblicizzare l’attività ispettiva, nel rispetto delle leggi vigenti oltre che dei necessari requisiti di sicurezza tecnica ed ambientale.

Nell’esprimere soddisfazione per la nuova procedura, Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila si sofferma sulla “professionalità dei tecnici manutentori” e sull’”importanza dell’attività ispettiva, a garanzia delle condizioni di sicurezza e della tutela ambientale”.

In partenza il corso di formazione Dpi di III categoria per lavori in quota, promosso da Academy ForMe, la scuola di Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila, in collaborazione con Wurth. Gli appuntamenti, entrambi dalle 14.30 alle 20.30, sono per il 22 luglio, a Chieti, nella sede di Academy ForMe, in via Filippo Masci, e per il 23 luglio, all’Aquila, nella sede di Confartigianato, al Nucleo Industriale Bazzano.

I lavori in quota costituiscono una delle attività lavorative a maggior rischio di infortunio. Risulta quindi fondamentale oltre che obbligatorio, ai sensi del D.Lgs. 81/08, la formazione e l’addestramento di chi opera in quota, cioè di quei lavoratori che dovranno utilizzare correttamente i DPI di III categoria del tipo anti-caduta messi a loro disposizione per operare in sicurezza in condizioni di rischi di caduta dall’alto.

Destinatari: Il corso si rivolge a tutti coloro che lavorano in quota ed hanno la necessità di utilizzare i sistemi anti caduta per operare in sicurezza.

Obiettivi: Il corso permetterà di approfondire le modalità di utilizzo dei sistemi anticaduta, la tipologia di dpi di terza categoria del tipo anticaduta da utilizzare in base al lavoro da effettuare, come indossarli e le procedure per lavorare in sicurezza per la prevenzione delle cadute nel lavoro in quota secondo quanto riportato nell’Art. 76, 77 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

L’obiettivo del corso consiste nel trasmettere informazioni precise ed aggiornate in merito alle norme di legge e di buona tecnica per l’utilizzo di linee vita e sistemi anticaduta e dei DPI di III categoria, da utilizzarsi contro il pericolo di caduta nel vuoto tipico dei lavori svolti in quota.

Durata: 6 ore (dalle 14:30 alle 20:30)

SCHEDA CORSOSCHEDA ADESIONE