Author

Confartigianato Ch Aq

Browsing

E’ prevista a Milano dal 3 all’11 dicembre 2022, Artigiano in Fiera, la più grande manifestazione italiana dedicata agli artigiani.

L’iniziativa ogni anno raccoglie oltre 3.000 aziende da tutto il mondo e, anche quest’anno, la Camera di Commercio Chieti Pescara, insieme alla Camera di Commercio del Gran Sasso ed alla Regione Abruzzo – Dipartimento Attività Produttive – Turismo parteciperanno con uno stand appositamente allestito di circa mq. 500, situato all’interno del padiglione 3 del quartiere fieristico.

Nella pagina dedicata all’iniziativa tutte le informazioni per partecipare.

Le adesioni dovranno pervenire a partire dalle ore 9 del 5 ottobre.

CLICCA QUI per tutte le informazioni.

Sono stati riaperti i termini per la presentazione delle domande relativamente al “Premio Fedeltà al Lavoro e Progresso Economico”. La nuova scadenza del bando è fissata a venerdì 14 Ottobre.

Il concorso, promosso dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Chieti Pescara e giunto alla 39/ma edizione, è finalizzato a premiare Lavoratori ed Imprese che abbiano apportato significativi contributi allo sviluppo economico e sociale, mediante l’attribuzione di un premio consistente in una medaglia del conio camerale di pregevole fattura ed in un diploma di benemerenza.

Per consultare il Bando e scaricare la modulistica e le informazioni per presentare la domanda CLICCA QUI

Da oggi e fino al 30 novembre è attiva online sul sito INPS la procedura per richiedere l’indennità una tantum prevista dal decreto-legge 50/2022. Possono presentare la domanda i lavoratori autonomi e professionisti iscritti alle gestioni previdenziali INPS in possesso dei requisiti indicati nella circolare INPS 26 settembre 2022, n. 103. Possono presentare la domanda anche i professionisti iscritti alle Casse di previdenza private, che dovranno seguire le procedure indicate sui siti web dei propri entri pensionistici.

Nel dettaglio, l’Inps ricorda che possono presentare la domanda i lavoratori:

  • iscritti alla gestione speciale degli artigiani;
  • iscritti alla gestione speciale dei commercianti;
  • iscritti alla gestione speciale per i coltivatori diretti e per i coloni e mezzadri, compresi gli imprenditori agricoli professionali;
  • pescatori autonomi;
  • liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata, compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici.

Sono destinatari dell’indennità anche i lavoratori iscritti in qualità di coadiuvanti e coadiutori alle gestioni previdenziali degli artigiani, esercenti attività commerciali, coltivatori diretti coloni e mezzadri.

Nel caso in cui il lavoratore sia iscritto contemporaneamente a una delle gestioni previdenziali dell’INPS e a uno degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza (decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509 e decreto legislativo 10 febbraio 1996, n. 103), la domanda di accesso all’indennità una tantum dovrà essere presentata esclusivamente all’Istituto. Ove il lavoratore autonomo risulti, invece, iscritto esclusivamente presso altri enti di previdenza obbligatoria, potrà trasmettere la richiesta direttamente a questi ultimi.

REQUISITI

Per beneficiare della prestazione, per un importo pari a 200 euro, i richiedenti devono avere percepito un reddito complessivo lordo non superiore a 35.000 euro nel periodo d’imposta 2021 e non devono aver fruito del bonus 200 euro disciplinato dagli articoli 31 e 32 del decreto Aiuti.

Ove i richiedenti, nel medesimo periodo d’imposta, abbiano percepito – e quindi dichiarino – un reddito complessivo lordo non superiore a 20.000 euro, in ottemperanza al decreto-legge Aiuti-ter, l’indennità sarà maggiorata di 150 euro, per un importo complessivo di 350 euro.

I richiedenti, al 18 maggio 2022, devono inoltre:

  • essere già iscritti alla gestione autonoma;
  • essere titolari di partita IVA attiva;
  • aver versato almeno un contributo nella gestione d’iscrizione per il periodo di competenza dal 1° gennaio 2020 (con scadenza di versamento al 18 maggio 2022).

Per coadiuvanti e coadiutori la titolarità della partita IVA e il versamento contributivo ricadono sulla posizione del titolare della posizione aziendale. Analogamente, per i soci/componenti di studi associati, la titolarità della partita IVA dovrà essere riscontrata in capo alla società/studio associato presso cui operano.

Si precisa, infine, che per fruire della prestazione è necessario che – sempre alla data del 18 maggio 2022 – gli interessati non siano titolari di trattamenti pensionistici diretti.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

È possibile trasmettere la domanda tramite il servizio online Indennità una tantum 200 euro – Domanda, accessibile anche tramite il Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche. Una volta autenticati con le proprie credenziali, sarà necessario selezionare la categoria di appartenenza per la quale si intende presentare domanda fra quelle indicate.

In alternativa al servizio online, l’indennità può essere richiesta tramite i patronati o il Contact center, telefonando al numero verde 803.164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06.164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).

L’Abruzzo, ad agosto 2022, è la terza regione italiana in cui si registra la crescita più elevata dei prezzi di energia elettrica, gas e altri combustibili: l’incremento è pari all’85,1%. Oltre 20mila – cioè un’impresa su cinque – le attività a rischio per il caro energia: più di diecimila sono solo nel Chietino e nell’Aquilano. E’ quanto emerge da un’analisi del Centro studi di Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila, che torna a lanciare l’allarme sul caro energia.

Sul fronte rincari, dall’elaborazione, condotta su dati Istat, emerge che l’aumento dei prezzi di energia elettrica, gas e altri combustibili in Italia è pari al 76,4%. Prima dell’Abruzzo ci sono solo Trentino-Alto Adige (115,7%) e Umbria (86,5 %). Numeri più contenuti, ma comunque altissimi, nelle tre regioni che chiudono la classifica: Calabria (68,3%), Campania (68%) e Liguria (63,8%). Al dato regionale abruzzese si aggiunge quello della sola provincia di Teramo, che è al quarto posto nella classifica nazionale, con un incremento dell’86,6%.

In Abruzzo sono 21.032 – pari al 21,5% del totale delle imprese – le Micro e Piccole imprese operanti nei 43 settori a rischio per il caro energia, per un totale di 71.525 addetti, cioè il 23% del totale degli addetti delle imprese del territorio regionale. In testa c’è la provincia di Chieti: 5.958 imprese a rischio, per un totale di 22.320 addetti. Seguono le province di Teramo (5.385, 19.692), Pescara (5.046, 17.285) e L’Aquila (4.642, 12.229).

“Ci troviamo davanti ad un’emergenza senza precedenti. Rischiamo una vera e propria catastrofe economica – afferma il direttore di Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila, Daniele Giangiulli – Il Governo deve intervenire subito. Le imprese non possono attendere l’insediamento del nuovo Esecutivo che, se tutto va bene, avverrà tra un mese e mezzo. Nel frattempo migliaia di attività chiuderanno. Se lo Stato non ha le risorse – conclude Giangiulli – è indispensabile utilizzare i fondi europei per calmierare subito il costo delle bollette”.

Con l’approssimarsi delle scadenze legate al pagamento di stipendi, 13° mensilità e imposte, Creditfidi – il consorzio fidi di Confartigianato Chieti L’Aquila – ripropone la possibilità alle PMI del territorio di pagare in dodici rate mensili gli impegni finanziari in scadenza nelle prossime settimane. Le aziende potranno chiedere prestiti fino ad un importo massimo di 100.000 euro.

L’iniziativa è frutto di una serie di sinergie strette da Creditfidi con i maggiori istituti di credito convenzionati.

Un modo concreto per venire incontro alle esigenze delle imprese e dei professionisti in un momento di carenza di liquidità.

Per garantire la massima assistenza e la piena operatività è a disposizione la nostra rete di consulenti sul territorio:

Chieti: Patrizia Caporale Tel. 0871/330270 Pers. 333/9644770 mail: commerciale@confartigianato.ch.it
Pescara: Emore Cauti Pers. 349/1523890 mail: e.cauti@confartigianato.ch.it
Lanciano: Luana Iezzi Tel. 0872/700315 Pers. 340/7082968 mail: lanciano@confartigianato.ch.it
L’Aquila: Maria Carla Placidi Tel. 0862/080710 Pers. 347/0486763 mail: servizi@confartigianatolaquila.it
Molise: Veronica D’Alfonso Pers. 327/2925097 mail: v.dalfonso@creditfidi.it

Piano di Sviluppo Locale – Sotto intervento 19.2.1.3.2 “Start up accoglienza”

Il bando sostiene l’avviamento di imprese nell’ambito delle attività turistiche.

Beneficiari: Microimprese o piccole imprese iscritte al Registro delle Imprese tenuto dalle Camere di Commercio e che esercitano attività inerenti la categoria di intervento.

Localizzazione: gli interventi devono essere realizzati nel territorio interessato dal PSL 2014-2022 del GAL.

Intensità ed entità aiuto: Il Sostegno pubblico concedibile nella forma di contributo in conto capitale è pari al 40 % dei costi ammissibili. L’entità massima del contributo concedibile è pari ad € 30.000,00.

Interventi:

Categorie di interventi ammesse:

• Sviluppo e gestione di luoghi e attrattori turistici (asset culturali, naturali, turistico-sportivo).

• Sviluppo di attività di noleggio di attrezzatura sportiva e ricreativa.

• Sviluppo di attività di servizi e assistenza al turista.

• Sviluppo dei servizi di alloggio.

Costi ammissibili a finanziamento:

► ristrutturazione e ammodernamento dei beni immobili e delle loro aree pertinenziali;

► acquisto di nuove attrezzature e arredi per lo svolgimento delle attività;

► acquisto di hardware e software inerenti o necessari alle attività;

► realizzazione di siti internet e applicazioni per la commercializzazione online con l’esclusione dei costi di manutenzione e gestione;

► spese generali collegate agli investimenti di cui ai punti precedenti nel limite massimo del 4%, elevato

all’8% (a fattura) in presenza di lavori edili, comprensivo delle spese tecniche.

Ciascun soggetto richiedente può presentare una sola domanda di sostegno.

Le domande di sostegno vanno indirizzate al GAL esclusivamente per via telematica utilizzando il Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) disponibile all’indirizzo www.sian.it.

Le domande di sostegno vanno presentate entro e non oltre il 60° giorni decorrenti dalla data in cui sarà resa disponibile la compilazione e trasmissione telematica delle domande stesse sul portale SIAN.

Data di Pubblicazione bando: 16/09/2022.

Data di apertura del bando per la compilazione e trasmissione telematica delle domande di sostegno sul portale SIAN: 30/09/2022.

Data ultima per la presentazione delle domande di sostegno: 29/11/2022.

SCARICA IL BANDO

Bando-MV-19.2.1.3.2-ALLEGATI

Nuovo indennizzo una tantum di 150 euro per lavoratori e pensionati fino a 20mila euro, bonus bollette fino alla fine dell’anno, bonus sociale fino a 15mila euro di ISEE, credito d’imposta sull’energia anche per bar, ristoranti e piccole imprese: sono le principali misure inserite nel Decreto Aiuti ter approvato in Consiglio dei Ministri il 16 settembre. Il provvedimento è stato illustrato dal presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa con i ministri Franco e Cingolani.

DL Aiuti ter in CdM: le nuove misure

È sostanzialmente l’ultimo decreto del Governo Draghi prima del voto del 25 settembre. Prevede nuove agevolazioni per sostenere famiglie e imprese a fronte del caro energia e dell’impennata dell’inflazione. Il provvedimento vale 14 miliardi, finanziati senza nuovi scostamenti di bilancio. Il Parlamento ha autorizzato l’Esecutivo ad utilizzare 6,2 miliardi che si sono liberati dal bilancio. Confermata la proroga a novembre degli sconti benzina e il potenziamento delle misure fin qui previste per contenere i costi in bolletta e compensare i rincari.

Fra le novità ci sono anche risorse contro il caro bollette nei cinema e teatri, il rifinanziamento del bonus trasporti, una nuova stretta anti-delocalizzazioni. Alle Regioni arriveranno 400 milioni per ospedali e RSA e ulteriori fondi saranno concessi agli altri enti locali, al terzo settore e alle Federazioni sportive. Inoltre è previsto un intervento da 190 milioni per il settore agricolo.

Ancora: il sistema bancario (“nella personalità di alcune grandi banche”) lavorerà con il Governo per fornire prestiti al tasso dei Btp senza commissioni aggiuntive alle imprese per il pagamento delle bollette: si tratterà di prestiti garantiti dallo Stato gratuitamente. Quindi, visto che è difficile rateizzare le bollette, questa misura è l’equivalente di una rateizzazione, perché viene fatto o viene chiesto un prestito da restituire nell’arco di 5-6-7-8 anni. Come ha spiegato Draghi: “di fatto è una rateizzazione delle bollette”.

Nuovo Bonus 150 euro

Innanzitutto, il nuovo bonus da 150 euro. Si tratta di un sostegno alle famiglie, analogo a quelli già previsti nei mesi scorsi, con la differenza che la platea è contenuta ai lavoratori con reddito fino a 20mila euro. Come ha spiegato Draghi: “prevediamo un contributo sociale di 150 euro per 22 milioni di italiani che guadagno meno di ventimila euro, inclusi gli incapienti”. Riguarda tutti i lavoratori, dipendenti e autonomi, i pensionati e le altre categorie già ricomprese nei bonus 200 euro dei precedenti decreti Aiuti: lavoratori domestici, disoccupati, co.co.co, dottorandi e assegnisti, collaboratori sportivi, lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti, dello spettacolo, beneficiari del reddito di cittadinanza. Ai dipendenti sarà pagato direttamente dall’azienda con lo stipendio di novembre.

Sconti in bolletta, bonus sociali e alle imprese

Proroga del bonus bollette, al momento previsto fino alla fine di settembre, che slitta al 31 dicembre. Anche per il quarto trimestre dell’anno, sconti in bolletta su oneri generali di sistema, rateizzazione e sconto sull’Iva per la fornitura di gas naturale. Il credito d’imposta sui consumi energia è esteso a tutte le imprese con potenza del contatore da 4,5 kw, si applica per ottobre e novembre, in questo caso con importo innalzato al 30% che spetta anche a negozi, ristoranti e piccole imprese. Né c’è più, infatti, il paletto che limitava l’agevolazione alle imprese più energivore (contatore con potenza impegnata da 16,5kw), per le quali il tax credit sale invece al 40%. Questa volta si rivolge anche alle piccole imprese con livelli di consumo elettrico che non avevamo considerato nelle volte precedenti. Quindi, centinaia di migliaia di piccole imprese avranno per la prima volta accesso a questo credito.

Quindi: fino alla fine di settembre resta l’attuale credito d’imposta al 25% per le energivore e al 15% per le imprese con consumo maggiore di 16,5 kw; in ottobre e novembre scatta un rafforzamento, con aliquota al 40% per energivore e gasivore e al 30% per imprese con contatori di potenza impegnata da 4,5 kw. Per le famiglie in arrivo il potenziamento del bonus sociale, che viene riconosciuto fino a 15mila euro di ISEE, dai precedenti 12mila euro.

Muove i primi passi l’intesa Regione Abruzzo-Amazon in favore delle piccole imprese. Amazon ha avviato le iscrizione per partecipare al “Bootcamp Accelera con Amazon”, che prevede la realizzazione di un corso di formazione on line con l’obiettivo di supportare le PMI e startup nell’avvio e nello sviluppo delle vendite online.

Organizzato in collaborazione con Politecnico di Milano e Regione Abruzzo, il corso di formazione on line è il primo tassello di un programma di sviluppo che prevede l’incremento delle conoscenze digitali da parte delle piccole e medie imprese per facilitare l’accesso all’e-commerce e altre attività di natura digitale.

I partecipanti apprenderanno i vantaggi della costruzione di un marchio online e dello sviluppo di strategie di vendita che li aiutino a distinguersi nel mondo digitale. Il corso includerà due ore di lezione in videoconferenza al giorno con docenti esperti e un forum a disposizione delle aziende per interagire tra loro e con i relatori. Amazon fornirà inoltre contenuti educativi su come avviare la propria attività su Amazon.it e su come aderire al negozio online Made in Italy, pensato per quelle aziende che producono o vendono prodotti Made in Italy.

Il corso di formazione avrà una durata di tre giorni: dal 20 al 22 settembre dalle ore 16 alle ore 18 con un programma di interventi che Amazon ha già definito. È importante sottolineare che il bootcamp è completamente gratuito ed è riservato, fino ad un massimo di 100, alle aziende e agli imprenditori e imprenditrici del territorio.

Per aderire all’iniziativa è necessario iscriversi al seguente indirizzo: https://amazoneu.au1.qualtrics.com/jfe/form/SV_8BX9DGFMcMOfdKC.

“Giovani protagonisti: seminario su bandi ed opportunità per ragazzi”: è il titolo dei due eventi che si svolgeranno a Guardiagrele e Ripa Teatina. L’iniziativa è promossa da Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila, dallo sportello Europe Direct di Chieti, dall’Università degli studi ‘G. d’Annunzio’ e, rispettivamente, dal Comune di Guardiagrele e dall’Unione dei Comuni della Vallata del Foro.

A Ripa Teatina l’appuntamento è per martedì 20 settembre, alle ore 17:00, nella Sala Polivalente, in via N. Marcone, 42. Dopo i saluti istituzionali e l’apertura dei lavori da parte del sindaco, Roberto Luciani, ci saranno gli interventi dei relatori.

Il direttore generale di Confartigianato Chieti L’Aquila, Daniele Giangiulli, si occuperà di un Focus sulle tendenze del mercato del lavoro. A seguire Manuela Cinalli, responsabile area Credito di Creditfidi, parlerà di “Resto al Sud: finanziamenti a fondo perduto per aspiranti imprenditori”. Poi sarà la volta di Valentina Antonioli, dell’area Politiche attive del lavoro di Academy ForMe, che parlera del nuovo piano Garanzia Giovani della Regione Abruzzo. Infine, Annalisa Michetti, di Europe Direct Chieti, parlerà di opportunità di mobilità in Europa.

A Guardiagrele l’evento si terrà martedì 27 settembre, alle ore 17:00. Ad aprire i lavori saranno il sindaco Donatello Di Prinzio, il vicesindaco, Flora Bianco, e l’assessore comunale alle Politiche giovanili, Orlando Console. Poi ci saranno gli interventi dei relatori, che saranno gli stessi dell’iniziativa di Ripa Teatina.

 

Per informazioni: info@confartigianato.ch.it – 0871.330270

“Tecnico per lo sviluppo turistico territoriale” e “Tecnico sistemi informativi aziendali”: sono i due corsi gratuiti in partenza da Academy ForMe, rivolti a imprenditorisoci lavoratori titolari di posizione previdenziale in relazione all’attività prestata nell’ambito dell’azienda e dipendenti con contratto di lavoro subordinato oppure quadro. Entrambi i corsi sono destinati ad un numero massimo di otto partecipanti.

Il Tecnico per lo sviluppo turistico territoriale elabora e gestisce piani di sviluppo locale per valorizzare, commercializzare, integrare l’offerta turistica di un territorio o di un sistema territoriale. Effettua l’analisi del contesto al fine di individuare risorse di interesse turistico, valutando i fattori ambientali, economici, sociali in relazione ai quali differenziare e posizionare il territorio come destinazione nei circuiti organizzati e informali. Elabora una strategia di promozione e commercializzazione dell’offerta turistica identificando i target obiettivo, le strategie comunicative più adeguate e promuovendo partnership pubblico/ private per la valorizzazione ambientale, artistica, architettonica e enogastronomica del territorio. Può operare sia in ambito pubblico (ad esempio, per Aziende di turismo locale, Agenzie di sviluppo, Uffici di informazione turistica regionali o comunali) che in ambito privato (Consorzi, associazioni private). Il corso ha una durata di 368 ore. Destinatarie sono le imprese con codice ATECO ricompreso nell’ambito del Settore Economico Turismo.

Il Tecnico sistemi informativi aziendali interviene nel processo di gestione aziendale curandone le esigenze informative. In tale ambito di operatività individua le esigenze di dotazioni HD e SW; dimensiona il sistema informatico basato su architetture client-server; supporta l’individuazione e la valutazione delle applicazioni informatiche, le installa ed implementa; definisce ed applica le politiche di security e privacy; effettua il monitoraggio e la manutenzione del sistema; cura l’assistenza e l’addestramento degli operatori/trici. Il corso ha una durata di 330 ore.

 

SCHEDE CORSO

Sviluppo turistico | Sistemi informativi

SCHEDA PRE-ADESIONE

 

Per informazioni: 0871.64430 – info@academyforme.it