Author

Confartigianato Ch Aq

Browsing

Con il D.M. n. 1124 del 6 dicembre 2019 e con un ulteriore decreto in corso di emanazione, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha fissato al 30 dicembre 2019 il termine ultimo per la presentazione delle domande di collocamento a riposo per il compimento del limite massimo di servizio, di dimissioni volontarie, di trattenimento in servizio per il raggiungimento del requisito minimo contributivo, di trattenimento in servizio per raggiungere il minimo contributivo, di trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale e dell’eventuale revoca delle citate istanze già inoltrate da parte di tutto il personale scolastico.

Il collocamento a riposo avrà effetto dal 1° settembre 2020. Per i dirigenti scolastici, il termine ultimo per la trasmissione delle istanze di dimissioni è fissato al 28 febbraio 2020.

Gli interessati possono rivolgersi gratuitamente agli uffici del Patronato Inapa all’interno delle sedi Confartigianato per avere maggiori informazioni e per la presentazione della domanda di pensione.

La commissione Bilancio del Senato ha approvato l’emendamento sollecitato dal Confartigianato che reintroduce per il 2020 lo sgravio contributivo totale per i primi tre anni di contratto per le assunzioni in apprendistato di primo livello (riguardante i minori) effettuate da imprese fino a 9 dipendenti.

L’emendamento è stato presentato dal Pd, primo firmatario Daniele Manca.

Lo sgravio vale per chi assume con contratti di apprendistato di primo livello per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore.

Confartigianato e Artigiancassa scendono in campo per sostenere la ricerca scientifica e la campagna di raccolta fondi della Fondazione Telethon. Una collaborazione che continua ormai da anni e che ha perso a tutto il Sistema Confartigianato di contribuire a finanziare la ricerca scientifica contro le malattie genetiche.

Per partecipare alla gara di solidarietà, cittadini e imprenditori possono effettuare una donazione sul conto intestato a Telethon, IBAN: IT55L0100503215000000011100, inserendo nella causale la dicitura “Elargizione liberale” ai fini della detraibilità fiscale e “Raccolta Artigiancassa”, specificando la regione di provenienza per facilitare la rintracciabilità del bonifico e la sua attribuzione all’associazione di appartenenza, per esempio: “Elargizione liberale Racc. Artigiancassa – Confartigianato Piemonte”.

In alternativa, è possibile finanziare la ricerca scientifica acquistando i regali solidali, come il cuore di cioccolato, il profuma biancheria, la candela profumata, le agende, i quaderni e gli astucci, a disposizione sul sito della fondazione e presso le associazioni territoriali di Confartigianato.

Si terrà venerdì 20 dicembre l’evento Merry Christmas Party, Festa del Socio di Confartigianato Chieti L’Aquila. L’appuntamento è alle ore 21, nella sede di Academy ForMe, a Chieti.

Oltre alla cena, la serata sarà allietata dai Red Black, che suoneranno dal vivo.

Il prezzo è di 25 euro. Per gli associati in regola con il pagamento della quota associativa la partecipazione è gratuita.

Per le prenotazioni, da effettuare entro il 18 dicembre, è possibile rivolgersi a Francesco Cicchini categorie@confartigianato.ch.it – 0871 330270

E’ stata inaugurata Villa IRIS, la prima residenza per la Terza età gestita dalla IRIS, cooperativa sociale di emanazione Confartigianato Chieti L’Aquila. La cerimonia si è svolta ieri alla presenza dell’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, del presidente di Confartigianato Chieti L’Aquila, Francesco Angelozzi, del direttore dell’associazione, Daniele Giangiulli, e del presidente della cooperativa Iris, Giovanna Di Tella.

Si tratta di un progetto partito dal basso tre anni fa: della cooperativa fanno parte i migliori allievi che hanno seguito il corso da operatore socio sanitario erogato da Academy ForMe, la scuola di Confartigianato. Oggi, a tre anni dalla nascita di Iris, c’è stata l’opportunità di aprire una residenza per la terza età.

La struttura, sita in Chieti in Via Aterno 441 (loc. Brecciarola), nella prestigiosa location dell’ex Hotel Enrica, ospita utenza autosufficiente e semi autosufficiente, con l’assistenza continuativa di personale altamente qualificato e professionale e sotto la garanzia di qualità del marchio Confartigianato.

Le camere, singole e doppie, sono tutte dotate di arredi accoglienti e confortevoli, servizi igienici in camera, frigobar e TV.

Nella struttura verranno organizzate attività ludico-ricreative per gli ospiti e sarà loro garantita la partecipazione a tutti gli eventi dell’Associazione Anziani e Pensionati di Confartigianato.

Infine, anticipando l’obbligo di legge delle telecamere obbligatorie all’interno delle case di riposo, Villa IRIS si è già dotata di un impianto di video sorveglianza all’interno della struttura, altamente tecnologico e conforme alle vigenti normative sulla privacy, ad ulteriore garanzia dei propri ospiti.

“Con l’inaugurazione di Iris – afferma Angelozzi – diventa realtà uno dei più importanti progetti di welfare che Confartigianato Chieti L’Aquila ha fortemente voluto e cercato e che amplia la già straordinaria attività della Iris, che da anni opera sul territorio, con amore, professionalità e competenza, fornendo servizi di assistenza socio sanitaria domiciliare. Confartigianato crede fermamente nel sociale e gran parte dell’impegno dell’associazione è dedicato ad esso. Oltre alle attività quotidiane rivolte alle imprese, con Villa Iris potremo dare risposte concrete ad una fascia della popolazione che ha sempre più bisogno di assistenza”.

E’ in partenza da Academy ForMe il Corso di aggiornamento obbligatorio per installatori e manutentori, che va frequentato obbligatoriamente entro il 31 dicembre.

OBIETTIVO: I responsabili tecnici delle imprese installatrici dei seguenti impianti: – pannelli solari termici – pannelli solari fotovoltaici – pompe di calore – caldaie, stufe e caminetti a biomassa (pellet, legna etc.) devono obbligatoriamente frequentare un corso di aggiornamento entro ed non oltre il 31/12/2019.Tutti coloro che effettuano installazione e manutenzione straordinaria degli impianti di cui sopra, devono mantenere la qualifica professionale di “Installatore e manutentore straordinario di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili”, in caso contrario devono escludere tali impianti dalle loro attività e non possono rilasciare dichiarazioni di conformità.Per mantenere la qualifica tutti i responsabili tecnici sono tenuti seguire ogni tre anni un corso di aggiornamento di 16 ore, ad oggi solo presso un ente di formazione accreditato dalla Regione Abruzzo.

DESTINATARI: Installatori qualificati per l’attività di installazione e manutenzione di caldaie, caminetti e stufe a Biomassa di Sistemi Solari Fotovoltaici e Termici sugli edifici di Sistemi geotermici a Bassa Entalpia e di pompe di calore di cui all’art. 15, comma1, del Dlgs 28/2011 e s.m.i. a prescindere dal modo di acquisizione dei requisiti professionali di cui all’art.4 comma 1 del DM 27/2008

DURATA E ORARI: 16 ore – suddivise in 4 lezioni10-11 DICEMBRE dalle ore 9:00 alle ore 13:0017 -18 DICEMBRE dalle ore 9:00 alle ore 13:00

LUOGO DI SVOLGIMENTO: Academy ForMe Centro Commerciale CentauroVia Filippo Masci, 66100 Chieti

COSTI: 150 Euro Soci Confartigianato Imprese Chieti – L’Aquila (in regola con il pagamento della quota associativa)250 Euro non sociINFO E

PRENOTAZIONI: Academy ForMe 0871.64430

Nuova Sabatini 2020: l’articolo 26 del Disegno di Legge di Bilancio presentato in Senato a inizio novembre porta conferme e novità per le agevolazioni sui beni strumentali concesse alle imprese.

105 milioni di euro è la cifra stanziata per il 2020: la misura viene potenziata per chi opera al Sud e per l’acquisto di macchinari a basso impatto ambientale.

I requisiti e le modalità di accesso, già modificate ad aprile con il Decreto Crescita, restano le stesse anche per l’anno che sta arrivando.

Nuova Sabatini 2020, conferme e novità per le agevolazioni sui beni strumentali

Con le disposizioni inserite nel Disegno di Legge di Bilancio, arrivano nuovi fondi a cui le imprese possono avere accesso:

  • 105 milioni di euro per il 2020;
  • 97 milioni per gli anni dal 2021 al 2024;
  • 47 milioni per il 2025.

La nuova Sabatini, anche conosciuta come misura beni strumentali, è stata istituita istituito dall’articolo 2 del Decreto Legge numero 69 del 21 giugno 2013.

Gestita dal MISE, Ministero dello Sviluppo Economico, rappresenta un’agevolazione per le PMI che intendono acquistare, o acquisire in leasing, di beni materiali, vale a dire macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa, attrezzature nuovi di fabbrica e hardware, o immateriali, come software e tecnologie digitali, a uso produttivo.

Il sostegno alle micro, piccole e medie imprese si traduce in due strumenti:

  • un finanziamento agevolato per investimenti in nuovi macchinari, impianti e attrezzature, quelli che afferiscono all’Industria 4.0 da parte di banche e intermediari finanziari;
  • un contributo statale correlato in conto impianti rapportato agli interessi calcolati sui finanziamenti, parametrato a un tasso di interesse convenzionalmente assunto pari al 2,75% annuo per gli investimenti ordinari e 3,575% per gli investimenti “Impresa 4.0”.

L’investimento può essere interamente coperto dal finanziamento bancario, che deve avere le seguenti caratteristiche:

  • durata massima 5 anni;
  • importo compreso tra 20.000 euro e 4 milioni di euro;
  • utilizzato interamente per coprire gli investimenti ammissibili.

Oltre alla previsione di nuovi fondi, la Legge di Bilancio 2020 porta due grandi novità per la misura beni strumentali:

  • si stabilisce una maggiorazione del contributo statale per investimenti Industria 4.0 pari al 100% per gli investimenti realizzati dalle micro e piccole imprese nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, nel limite complessivo di 60 milioni di euro a valere sulle risorse autorizzate;
  • si istituisce una riserva pari al 25% delle risorse autorizzate destinata alle micro, piccole e medie imprese a fronte dell’acquisto, o anche leasing finanziario, di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, a basso impatto ambientale.

Inoltre l’articolo 26 dell’impostazione attuale della Legge di Bilancio stabilisce che le risorse delle riserve non utilizzate alla data del 30 settembre di ciascun anno rientrano nella disponibilità della misura.

Nuova Sabatini 2020, le agevolazioni sui beni strumentali: quali imprese possono richiederla

La nuova Sabatini è pensata per le micro, piccole e medie imprese.

I requisiti richiesti per accedere ai finanziamenti e ai contributi previsti sono i seguenti:

  • essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese o nel Registro delle imprese di pesca;
    essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, e non essere in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali;
  • non rientrare tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;
  • non trovarsi in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà;
  • avere la sede in uno Stato Membro ma provvedere all’apertura di una sede operativa in Italia entro il termine previsto per l’ultimazione dell’investimento.

I benefici sono accessibili per tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca.

Fanno eccezione solo le attività finanziarie e assicurative e le attività connesse all’esportazione e agli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione.

Nuova Sabatini 2020, quali sono i beni strumentali che danno diritto all’agevolazione

Anche i beni acquistati o acquisiti in leasing devono rispondere a particolari caratteristiche:

  • essere nuovi;
  • devono essere riferiti alle immobilizzazioni materiali per “impianti e macchinari”,“attrezzature industriali e commerciali” e “altri beni” ovvero spese classificabili nell’attivo dello stato patrimoniale alle voci B.II.2, B.II.3 e B.II.4 dell’articolo 2424 del codice civile, come declamati nel principio contabile n.16 dell’OIC (Organismo italiano di contabilità), nonché a software e tecnologie digitali.

Gli investimenti devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • autonomia funzionale dei beni, non è ammesso il finanziamento di componenti o parti di macchinari che non soddisfano tale requisito;
  • correlazione dei beni oggetto dell’agevolazione all’attività produttiva svolta all’impresa.

Non sono in ogni caso ammissibili le spese relative a terreni e fabbricati, relative a beni usati o rigenerati, nonché riferibili a “immobilizzazioni in corso e acconti”.

Nuova Sabatini 2020, l’iter per accedere alle agevolazioni sui beni strumentali

Sul piano pratico, le micro, piccole e medie imprese che hanno intenzione di accedere alla nuova Sabatini 2020 devono seguire un preciso iter.

Il finanziamento si ottiene seguendo una serie di passaggi:

  • l’impresa presenta alla banca o all’intermediario finanziario, unitamente alla richiesta di finanziamento, la domanda di accesso al contributo ministeriale, secondo le modalità indicate dal MISE;
  • la banca o intermediario finanziario a cui l’impresa si è rivolta verifica la regolarità formale e la completezza della documentazione e trasmette al Ministero richiesta di prenotazione delle risorse relative al contributo;
  • dopo la conferma da parte del Ministero della disponibilità, totale o parziale, delle risorse erariali da destinare al contributo, la banca o l’intermediario può concedere il finanziamento;
  • concesso il finanziamento alla PMI, la banca o l’intermediario comunica con il Ministero dello Sviluppo Economico per portare a termine l’ iter burocratico;

la banca o l’intermediario finanziario si impegna a stipulare il contratto di finanziamento con la PMI e ad erogare il finanziamento.

Infine, la PMI una volta completato l’investimento è tenuta a compilare in formato digitale ed esclusivamente tramite piattaforma tutta la documentazione relativa agli acquisti effettuati.

Sarà inaugurata domenica 01 dicembre, alle ore 17.00, Villa IRIS la prima residenza per la Terza età gestita dalla IRIS, cooperativa sociale di emanazione Confartigianato Chieti L’Aquila.

La struttura, sita in Chieti in Via Aterno 441 (loc. Brecciarola), nella prestigiosa location dell’ex Hotel Enrica, ospiterà utenza autosufficiente e semi autosufficiente, con l’assistenza continuativa di personale altamente qualificato e professionale e sotto la garanzia di qualità del marchio Confartigianato.

Le camere, singole e doppie, sono tutte dotate di arredi accoglienti e confortevoli, servizi igienici in camera, frigobar e TV.

Saranno inoltre organizzate attività ludico-ricreative per gli ospiti e sarà loro garantita la partecipazione a tutti gli eventi dell’Associazione Anziani e Pensionati di Confartigianato.

Infine, anticipando l’obbligo di legge delle telecamere obbligatorie all’interno delle case di riposo, Villa IRIS si è già dotata di un impianto di video sorveglianza all’interno della struttura, altamente tecnologico e conforme alle vigenti normative sulla privacy, ad ulteriore garanzia dei propri ospiti.

Diventa così realtà uno dei più importanti progetti di Welfare che Confartigianato Chieti L’Aquila ha fortemente voluto e cercato e che amplia la già straordinaria attività della IRIS, che da anni opera sul territorio, con amore, professionalità e competenza, fornendo servizi di assistenza socio sanitaria domiciliare.

 

 

Grande successo per i primi appuntamenti del Teate Winter Festival. La manifestazione, giunta alla sua quinta edizione, è iniziata lo scorso 3 novembre e si concluderà il 29 dicembre. Per il suo carattere invernale, rappresenta quasi un unicum in Italia, tanto da richiamare ogni anno migliaia di utenti appassionati di jazz.

Uno degli obiettivi del festival è quello di caratterizzare il periodo invernale attraverso un evento culturale capace di promuovere la città di Chieti nel suo patrimonio storico e artistico, di sostenere le attività commerciali del territorio e di esaltare la tradizione jazzistica abruzzese.

Ampio spazio, nell’ambito della rassegna, alla promozione del territorio mediante il fattivo coinvolgimento degli operatori commerciali che contribuiscono in maniera determinante alla divulgazione dell’evento, all’accoglienza dei visitatori, all’ospitalità di Jam Session e di Guide all’ascolto previste in alcuni locali nelle ore pomeridiane e serali. Ed è proprio questa un’occasione per il territorio per vedere la popolazione giovanile particolarmente coinvolta con eventi costruiti ad hoc. Il festival è organizzato dal direttore artistico Grazia Di Muzio, in collaborazione con Confartigianato Chieti L’Aquila, Confarte e con il supporto economico di centro commerciale Megalò, Abrex e Metamer.

Tra gli appuntamenti più attesi c’è quello di venerdì 29 novembre, con i Latin Mood, all’auditorium Cianfarani (ore 21). La formazione guidata da Fabrizio Bosso e Javier Girotto, con Natalio Mangalavite al piano, Luca Bulgarelli al contrabbasso, Lorenzo Tucci alla batteria e Bruno Marcozzi alle percussioni torna dopo quattro anni di pausa. Ripercorrerà il repertorio dei due dischi che ha all’attivo (Sol e Vamos) e non mancheranno nuove idee e nuove composizioni. Eccellente combo, ottimi solisti. Travolgenti gli assoli dei due fiati, ma incredibile l’energia e il divertimento che permea l’intero concerto. Nessun esotismo gratuito: tutte ritmiche che risplendono in chiave jazzistica, vivificate dall’intervento colmo di amore e curiosità per un idioma, quello del latin jazz, che da sempre qualifica l’arte.

Il primo dicembre, invece, ci sarà un concerto in Sala Frontoni – Museo Archeologico Nazionale “La Civitella”, promosso in collaborazione con il Polo museale dell’Abruzzo. Alle ore 18.00 ci sarà la visita guidata a cura dell’associazione culturale Mnemosyne; alle 19.00 una degustazione di prodotti tipici a cura di Cantina Colle del Sole; alle 20 l’esibizione di TauCeti, al secolo Enrico Cosimi. Sperimentatore della Drone Music dalla fine degli anni ’80, pubblica da solo e con lo scomparso Oöphoi album Drone/Ambient per le etichette Aria, SubRosa, MusicaMaximaMagnetica (con il duo Theatrum Chemicum) e Hypnos.

Attesa, infine, per il doppio evento del 20 dicembre: Cuneman 5et ft. Mauro Ottolini e Malafede Trio.

“Il Teate Winter Festival – afferma Grazia Di Muzio – nasce proprio con l’idea di dare impulso commerciale e culturale alla città e le location scelte per gli eventi, non casuali, ne sono la dimostrazione. L’ambizione è anche quella di esaltare i musicisti abruzzesi, senza però tralasciare gli artisti nazionali e internazionali. Credo fortemente che una città come Chieti abbia un grande potenziale per eventi di questo tipo. Ringrazio Luca Di Battista e Michelangelo Brandimarte, che coadiuvano le attività legate ai Dinner & Night Time Jazz ed ai Jazz Cafè, e Sara Cicchelli e Lorenzo Tucci, saggi e fidati punti di riferimento nella direzione artistica”.

“Il Festival – dice la presidente di Confarte, Mariapaola Lupo – rappresenta per la città di Chieti uno degli appuntamenti più importanti nell’ambito del calendario delle manifestazioni, non solo per la qualità della programmazione, ma anche per la varietà dell’offerta e il coinvolgimento di luoghi della cultura e del tempo libero. Il Festival ha quindi tutte quelle caratteristiche che sottendono a Confarte, ovvero la collaborazione tra professionisti della cultura, la valorizzazione del patrimonio monumentale cittadino e la qualità e la varietà dell’offerta culturale”.