Author

Confartigianato Ch Aq

Browsing

Al via da lunedì 15 giugno 2020 la presentazione delle istanze

Con Provvedimento del 10 giugno 2020 l’Agenzia delle entrate ha approvato l’istanza per richiedere il contributo a fondo perduto, le relative istruzioni e le specifiche tecniche.

La documentazione, comprensiva anche di una guida operativa, è pubblicata sul sito dell’Agenzia delle entrate.

La presentazione dell’istanza potrà avvenire anche avvalendosi di un intermediario – mediante il canale telematico Entratel oppure mediante un’apposita procedura web che l’Agenzia delle Entrate attiverà all’interno del portale Fatture e Corrispettivi del sito www.agenziaentrate.gov.it.

Il Bonus a fondo perduto potrà essere richiesto compilando elettronicamente una specifica istanza da presentare, ordinariamente, fra il 15 giugno e il 13 agosto. Per predisporre e trasmettere l’istanza, si potrà usare un software e il canale telematico Entratel/Fisconline ovvero una specifica procedura web, nell’area riservata del portale Fatture e Corrispettivi. Il contribuente potrà avvalersi degli intermediari che ha già delegato al suo Cassetto fiscale o al servizio di Consultazione delle fatture elettroniche. In assenza di tali deleghe il richiedente può conferire specifica delega per la sola trasmissione dell’Istanza ad un intermediario di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni: al tal fine, l’intermediario inserisce nell’Istanza anche la sua dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con la quale attesta di aver ricevuto la delega, da parte del richiedente, per l’invio dell’Istanza stessa.

 

Condizioni speciali di acquisto dei veicoli commerciali del Marchio FIAT Professional riservate alle Imprese associate alla ConfartigianatO

 

Offerta valida fino al 31 dicembre 2020

FCA – FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES Italy e Confartigianato Imprese hanno concordato speciali condizioni di trattamento riservate agli associati alla Confartigianato per l’acquisto di AUTOVEICOLI nuovi del Marchio FIAT PROFESSIONAL.

 

Durata della promozione

L’iniziativa è valida per i veicoli commerciali ordinati (contratto firmato) entro il 31 dicembre 2020 presso la rete Concessionaria Italiana dei Marchio Fiat Professional.

 

Modelli interessati

I modelli dei Veicoli Commerciali del marchio FIAT Professional elencati nel prospetto allegato. Per informazioni dettagliate sui modelli della gamma Fiat Professional, sugli allestimenti, sulla rete delle Concessionarie ed altro ancora, è a disposizione il portale Internet all’indirizzo http://www.fiatprofessional.it

 

Condizioni generali di fornitura

Il trattamento di sconto oggetto della presente scheda si riferisce esclusivamente ai veicoli commerciali del Marchio Fiat Professional sottoelencati compresi nei vigenti listini nelle versioni attualmente commercializzate. 2

 

 

I veicoli dovranno essere intestati direttamente agli associati.

Le particolari condizioni di trattamento sono valide per acquisti effettuati presso le Concessionarie FIAT Professional.

Le modalità del pagamento sono da concordarsi con l’Ente (Concessionaria) venditore.

Valutazione dell’usato ritirato

La valutazione dell’usato sarà effettuata attraverso una libera trattativa con le concessionarie Fiat Professional, sulla base del valore di mercato.

Modalità operative

L’Impresa iscritta alla Confartigianato per poter usufruire delle speciali condizioni di trattamento dovrà, all’atto della prenotazione del veicolo (firma contratto), consegnare alla Concessionaria una copia della tessera associativa per l’anno 2020 oppure una lettera in originale su carta intestata dell’Associazione provinciale Confartigianato (nella quale risulti chiaramente anche il logo della Confederazione) comprovante la situazione associativa dell’interessato per l’anno in corso.

Le attività formative organizzate in videoconferenza sincrona sono equiparate alla formazione in presenza e sono quindi idonee a soddisfare gli adempimenti formativi in materia di salute e sicurezza previsti dalla legge.
Perciò, in questo particolare momento in cui è richiesto il distanziamento sociale, anche noi di Confartigianato Chieti L’Aquila, al fine di supportare datori di lavoro e lavoratori nell’adempimento dell’obbligo formativo, abbiamo scelto la formazione a distanza organizzando un evento formativo in diretta web dal titolo:
Protocollo sicurezza covid: formazione obbligatoria per datori di lavoro e lavoratori.
Si tratta di un WEBINAR, nel quale potrai interagire con il docente e che si terrà Martedì 16 giugno dalle 14.30 alle 16:00. Potrai seguirlo utilizzando un qualsiasi dispositivo ( pc, smatphone, tablet) connesso ad internet accedendo al link che ti forniremo e se non potrai connetterti nel giorno e nell’ora indicati successivamente ti sarà messa a disposizione la registrazione dell’evento.
Gli iscritti, inoltre, riceveranno anche un’attestato di partecipazione che certifica l’avvenuta formazione a norma di legge.
 
Ecco di cosa parleremo:
Formazione ed Informazione obbligatoria per i Datori di Lavoro ed i Lavoratori in ottemperanza del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus Covid.19 negli ambienti di lavoro”
 
Programma
• La gestione del COVID-19 in ambito lavorativo: i ruoli della sicurezza
• Esposizione ad agenti biologici: il documento di valutazione dei rischi
• Il protocollo condiviso, il documento tecnico INAIL e le Ordinanze Regione Abruzzo
• Sistemi di prevenzione e protezione
• Le prestazioni garantite dall’INAIL
• Responsabilità del datore di lavoro in caso di contagio
 
Per partecipare al webinar è necessario seguire la seguente procedura:
1. effettuare un bonifico di 30 € (iva esente)
intestato a: Academy Forme
IT36X0311115500000000081418
causale: webinar Sicurezza Covid-19
2. inviare copia dell’avvenuto pagamento tramite bonifico mezzo e-mail all’indirizzo: gestione@confartigianato.ch.it
N:B: è possibile iscriversi entro le 14.30 del giorno precedente all’avento, in questo caso sarà richiesto il CRO del bonifico.
3. Nel giorno e nell’ora indicati accedere al link riservato che ti invieremo via e-mail dopo aver ricevuto la conferma di pagamento.

L’INPS ha comunicato la pubblicazione delle motivazioni relative alle istanze presentate con riferimento al mese di marzo 2020 e respinte per mancanza dei requisiti.

 

Gli esiti di tutte le domande e, per quelli negativi, le relative motivazioni, sono consultabili nella sezione del sito INPS denominata “Indennità 600 euro” (la stessa in cui è stata presentata la domanda) alla voce “Esiti”, sia da parte del Patronato con proprie credenziali sia da parte del cittadino dotato di PIN.

 

Con particolare riferimento all’indennità di 600 euro riconosciuta ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni degli artigiani, commercianti e coltivatori diretti, coloni e mezzadri, l’Istituto evidenzia che il motivo della reiezione è l’assenza dell’iscrizione alle gestioni autonome.

 

Per le domande respinte, al lavoratore e al Patronato Inapa è consentito proporre un’istanza di riesame, entro 20 giorni dalla pubblicazione del messaggio, ovvero dalla conoscenza della reiezione se successiva, per consentire l’eventuale supplemento di istruttoria: trascorso tale termine senza che l’interessato abbia prodotto nulla, la domanda si intenderà definitivamente respinta.

 

La documentazione può essere inviata, alternativamente:

  • attraverso il link “Esiti, nella sezione del sito INPS “Indennità 600 euro, tramite una specifica funzionalità, che permette di visualizzare i motivi di reiezione e di allegare i documenti richiesti per il riesame;
  • attraverso la casella di posta elettronica riesamebonus600.nomesede@inps.it, istituita per ogni Struttura territoriale INPS.

 

Ai fini della valutazione della domanda di riesame, il messaggio chiarisce che il requisito dell’iscrizione alle gestioni autonome dell’AGO deve essere presente per l’intero mese, non rilevando una data di inizio attività in corso del mese, né comunicazioni non tempestive o successive alla data di entrata in vigore del D.L. n. 18/2020 (17 marzo 2020).

 

L’Istituto informa, inoltre, di aver effettuato alcuni riesami d’ufficio con riferimento a:

  • lavoratori stagionali dei settori turismo e stabilimenti termali, per i quali la presenza del requisito della qualifica di stagionale sarà ora verificato sulla base dell’UNILAV;
  • titolari di assegno di invalidità ordinario, la cui domanda per marzo 2020, in ragione dell’incompatibilità prevista nell’originario testo del D.L. n. 18/2020, era stata respinta. Tali domande, in virtù delle modifiche introdotte dal D.L. n. 34/2020 che ha previsto espressamente la cumulabilità tra le indennità Covid-19 e l’assegno ordinario di invalidità, saranno riesaminate d’ufficio ed accolte, con il conseguente riconoscimento dell’indennità sia per il mese di marzo che per il mese di aprile 2020 (sul punto cfr. circolare confederale prot. n. 710 del 1° giugno 2020);
  • le domande che erano state presentate erroneamente per una categoria di appartenenza sbagliata e per le quali il riesame ha determinato l’accoglimento nella categoria corretta.

 

Per maggiori informazioni rivolgersi ai nostri uffici del Patronato Inapa. Tel. 0871/330270 mail: patronatoinapa@confartigianato.ch.itpatronatoinapa1@confartigianato.ch.it.

Nel rispetto dell’ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 67 del 28 maggio 2020 riprendono le attività formative di Academy ForMe.

I corsi in programma prima della pausa estiva sono i seguenti:

 

Corso Formazione e Informazione dei Lavoratori (D.lgs. 81/2008)

Rischio basso-medio-alto: durata 8-12-16 ore

Aggiornamento: durata 6 ore (valido per tutte le classi di rischio)

 

Corso Addetto Antincendio (D.lgs. 81/2008)

Rischio basso-medio: durata 4-8 ore

Aggiornamento rischio basso-medio-alto: durata 2-5-8 ore

 

Corso Addetto al Primo Soccorso Aziendale (D.lgs. 81/2008)

Corso ex novo: Durata: 12 ore

Aggiornamento: durata 4 ore

 

Corso per Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione per Datori di Lavoro – RSPP (D.lgs. 81/2008)

Rischio basso-medio-alto: durata 16-32-48 ore

Aggiornamento Rischio basso-medio-alto: durata 6-10-14 ore

 

Corso per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.) (D.lgs. 81/2008)

Corso ex novo: durata 32 ore

Aggiornamento per aziende fino a 50 dipendenti : durata 4 ore

Aggiornamento  per aziende oltre 50 dipendenti: durata 8 ore

 

Corso abilitante per l’attività di vendita e somministrazione di alimenti e bevande (SVAB)

Durata corso: 124 ore.

 

Corso ex libretto sanitario

Corso ex novo: durata 5 ore

Corso Aggiornamento: durata 4 ore

 

Per informazioni e iscrizioni: tel. 0871/64430 mail: info@academyforme.it

Alla luce dell’ultima norma inserita nel “Decreto Rilancio”, è confermata la proroga del contributo FSBA, ventilata già da qualche settimana.

Ai sensi dell’art. 68 L.34 del 19/05/20, infatti, i datori di lavoro che nell’anno 2020 sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili al COVID-19, possono presentare domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale o di accesso all’ assegno ordinario con causale “emergenza COVID- 19”, per una durata massima di 9 settimane per periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 al 31 agosto 2020, incrementate di ulteriori 5 settimane (corrispondenti a 70 giorni in caso di attività lavorativa su 5 giorni a settimana e 84 giorni in caso di attività lavorativa su 6 giorni a settimana), se nel medesimo periodo i datori di lavoro abbiano interamente fruito del periodo precedentemente concesso (9 settimane).

 

È altresì riconosciuto un eventuale ulteriore periodo di durata massima di 4 settimane di trattamento di cui al presente comma per periodi decorrenti dal 1° settembre 2020 al 31 ottobre 2020. E’ possibile l’utilizzo di ulteriori 4 settimane solo una volta esaurite le 9 + 5 settimane a disposizione.

Esclusivamente per i datori di lavoro dei settori turismo, fiere e congressi, parchi divertimento, spettacolo dal vivo e sale cinematografiche, è possibile usufruire di ulteriori quattro settimane anche per periodi decorrenti antecedentemente al 1° settembre 2020 a condizione che i medesimi abbiano interamente fruito il periodo precedentemente concesso fino alla durata massima di quattordici settimane.

 

Per le aziende che hanno erroneamente presentato domande di CIG in deroga alla Regioni (e che quindi ad oggi sono state rigettate), è possibile presentare domanda di sostegno al reddito a FSBA relativamente al periodo 23 febbraio – 31 agosto 2020, avendo cura di compilare apposita autodichiarazione e allegando documento di rifiuto della domanda da parte dell’INPS.

Il Sistema Informativo (SINAWEB) sarà adeguato alle informazioni illustrate ed i consulenti del lavoro incaricati dalle aziende potranno accedere con le credenziali in uso per modificare solo la parte relativa alla rendicontazione e prorogare la richiesta del contributo.
Per tutto quanto sopra esposto far riferimento alla Delibera di Fsba n. 6 del 25 maggio allegata.

NUOVI ORARI DAL 1° GIUGNO al 31 AGOSTO
Dal 1° giugno e al 31 agosto con la nuova “fase” gli uffici cominceranno a riprendere il normale orario di lavoro, previo appuntamento.
Le nostre sedi saranno aperte tutti i giorni, da lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13 la mattina e dalle ore 14:30 alle 17 nel pomeriggio.

Consigliamo di contattarci prima telefonicamente o via mail all’indirizzo info@confartigianato.ch.it  per verificare insieme come gestire al meglio le necessità anche a distanza o, laddove indispensabile, fissare un appuntamento per venire in ufficio.
Ricordiamo l’opportunità di restare sempre aggiornati in tempo reale tramite i nostri canali social (Facebook, Linkedin, Telegram, Twitter, Instragram, Youtube) oppure iscrivendosi alla nostra newsletter mandando una mail a info@confartigianato.ch.it.
Per la tutela dei soci e dei dipendenti, nelle nostre sedi è necessario mantenere le distanze di sicurezza, indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie e rispettare le ulteriori eventuali disposizioni di legge.

Dopo essere stati esclusi dal decreto Cura Italia, i lavoratori domestici hanno ottenuto nel Decreto Rilancio la possibilità di richiedere un’indennità pari a 500 euro sia per il mese di Marzo sia per il mese d’Aprile.

Questo bonus è rivolto ai lavoratori domestici non conviventi che hanno rapporti di lavoro per almeno 10 ore alla settimana.

Secondo la Relazione tecnica al decreto Rilancio i lavoratori che potrebbero chiedere il bonus sono 460.000 (per 460 milioni di spesa).

La domanda potrà essere presentata anche attraverso il Patronato Inapa, dopo aver valutato la presenza dei requisiti richiesti.

Per informazioni rivolgiti ai nostri referenti Mario e Debora.

Tel. 0871-330270

patronatoinapa@confartigianato.ch.it

La Camera di Commercio di Chieti Pescara, nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.01, a seguito del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 12 marzo 2020 che ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie Imprese (da ora in avanti MPMI), di tutti i settori economici attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo. Tale intervento, previsto a livello nazionale nell’ambito della progettazione 20% diritto annuale, è stato integrato da un ulteriore stanziamento di risorse deliberato dal Consiglio Camerale al fine di supportare le imprese del territorio per l’adozione di tutti quei processi di digitalizzazione ritenuti strategici nell’attuale fase economica di estrema criticità in conseguenza alla pandemia da Covid-19.
Nello specifico, l’iniziativa “Bando voucher digitali I4.0 – Anno 2020” , risponde ai seguenti obiettivi:

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented;
  • promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0;
  • favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.

AMBITI DI INTERVENTO

  1. robotica avanzata e collaborativa
  2. interfaccia uomo-macchina;
  3. manifattura additiva e stampa 3D;
  4. prototipazione rapida;
  5. internet delle cose e delle macchine;
  6. cloud, fog e quantum computing;
  7. cyber security e business continuity;
  8. big data e analytics;
  9. intelligenza artificiale;
  10. blockchain;
  11. soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  12. simulazione e sistemi cyberfisici;
  13. integrazione verticale e orizzontale;
  14. soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  15. soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  16. sistemi di e-commerce
  17. sistemi per lo smart working e il telelavoro
  18. soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  19. connettività a Banda Ultralarga.

Utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco

a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;

b) sistemi fintech

c) sistemi EDI, electronic data interchange;

d) geolocalizzazione;

e) tecnologie per l’in-store customer experience;

f) system integration applicata all’automazione dei processi;

g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);

h) programmi di digital marketing.

 

NATURA ED ENTITÀ DELL’ AGEVOLAZIONE

Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di Commercio a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a euro 1.000.000,00.

  1. Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher.
  2. I voucher avranno un importo unitario massimo di euro 5.000,00.
  3. L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 70% delle spese ammissibili.
  4. I voucher saranno erogati con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% ai sensi dell’art. 28, comma 2, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600.
  5. La Camera di Commercio si riserva la facoltà di:
  • incrementare lo stanziamento iniziale o rifinanziare il Bando;
  • chiudere i termini della presentazione delle domande in caso di esaurimento anticipato delle risorse;
  • riaprire i termini di presentazione delle domande in caso di mancato esaurimento delle risorse disponibili.

 

Clicca qui per scaricare il bado

Per ricevere assistenza sulla procedura di richiesta del contributo contattaci:

tel. 0871 64430

e-mail:info@academyforme.it

Il bando sul reddito d’emergenza è on line sul sito dell’Inps.

 

È un assegno mensile da 400 a 800 euro per le persone e le famiglie in difficoltà che non usufruiscono di altri sussidi.

Ecco i requisiti per richiederlo:

 

  • Chi richiede il sussidio deve avere la residenza in Italia;
  • Isee fino a 15.000 euro;
  • Patrimonio mobiliare di famiglia inferiore a 10.000 euro (in riferimento al 2019), il tetto può essere esteso fino a 20.000 euro considerando 5.000 euro in più per ogni componente della famiglia.
  • Reddito di famiglia inferiore al REM calcolato.

 

Cause di esclusione dal Reddito di emergenza

 

Per ottenere il Reddito di emergenza non bisogna beneficiare di altri contributi, come per esempio il reddito di cittadinanza. Più nello specifico, le cause di esclusione sono:

 

Essere detenuti o ricoverati in strutture a carico dello Stato

Presenza nel nucleo familiare di un beneficiario del Reddito di cittadinanza

Avere un componente familiare che abbia beneficiato di una delle misure di sostegno previste dal Decreto Cura Italia (come il bonus 600 euro Inps)

Presenza nel nucleo di un destinatario di pensione (a eccezione delle pensioni di invalidità)

Presenza nel nucleo familiare di un lavoratore con contratto da dipendente e retribuzione superiore al REM.

Se in seguito a verifiche da parte dell’Agenzia delle entrate dovesse emergere che non si dispone dei requisiti pur avendo dichiarato di possederli, il beneficio sarà revocato. Inoltre, si dovrà restituire la somma indebitamente percepita e potrebbero anche essere elevate sanzioni.

 

Come fare domanda?

 

Gli uffici del Patronato Inapa hanno attivato il servizio per la presentazione delle domande di Reddito di Emergenza.
I cittadini interessati possono far riferimento agli uffici del Patronato Inapa presenti all’interno delle sedi di Confartigianato Imprese Chieti-L’Aquila sul territorio per la presentazione della domanda entro e non oltre il 30 Giugno.

Per maggiori informazioni chiamare il nr. 0871/330270 oppure scrivere una mail a: patronatoinapa@confartigianato.ch.it.