Author

Confartigianato Ch Aq

Browsing

La Camera di Commercio Chieti Pescara, nell’ambito della linea strategica “Supporto alla competitività del Territorio”, ha approvato il Bando Pubblico per la concessione di contributi a fondo perduto finalizzati al sostegno delle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) turistiche con sede legale e/o unità locale nelle province di Chieti e Pescara.

Nello specifico, l’iniziativa “Bando pubblico 2021-2022 per l’erogazione di contributi a favore delle MPMI per il sostegno al turismo” ha come obiettivo supportare i processi di riorganizzazione della filiera turistica, migliorare la specializzazione e la qualificazione del comparto ed incoraggiare gli investimenti per accrescere la capacità competitiva ed innovativa dell’imprenditorialità turistica locale.

Caratteristiche bando:

  • riservato alle MPMI appartenenti alla filiera del turismo;
  • per la realizzazione di progetti di promozione turistica riconducibili ad iniziative:
    • volte alla riduzione dei costi attraverso la messa a sistema degli strumenti informativi di amministrazione, di gestione e di prenotazione dei servizi turistici, alla creazione di piattaforme per la gestione dei contatti con la clientela, di business intelligence e per acquisti collettivi di beni e servizi;
    • che migliorino la conoscenza del territorio a fini turistici, con particolare riferimento a sistemi di promo-commercializzazione on line;
    • di promo-commercializzazione che utilizzino le nuove tecnologie e, in particolare, i nuovi strumenti di social marketing e digital marketing;
    • per investimenti in tecnologie di realtà aumentata e realtà virtuale per il marketing esperienziale delle strutture ricettive e del territorio;
    • per acquisto o noleggio di droni per riprese video e fotografiche con finalità di promozione turistica, o di beni ed attrezzature strettamente funzionali alle attività promozionali e turistiche e alle tecnologie presenti nel progetto;
  • le spese ammissibili ai progetti finanziabili rientrano nelle seguenti categorie: spese di promozione e digitalizzazione, spese per la comunicazione e la pubblicità inerenti al progetto presentato, spese per acquisto e/o noleggio delle tecnologie funzionali al progetto;
  • le spese devono essere fatturate, sostenute e quietanzate dal primo dicembre 2021 al 30 settembre 2022;
  • percentuale contributo: 50% delle spese ammissibili;
  • minimo di spesa ammissibile: € 3.000,00;
  • massimale contributo: € 3.000,00;
  • presentazione domande dalle ore 9:00 del 23/12/2021 alle ore 21:00 del 31/08/2022;
  • ciascuna impresa può presentare domanda per un solo progetto;
  • presentazione delle domande esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov.

 

Per i dettagli, la modulistica e per tutte le informazioni CLICCA QUI.

Il Comitato Agevolazioni per l’amministrazione del Fondo 394/81 e del Fondo 295/73 ha disposto che il termine per la presentazione delle domande relative alle 3 linee di finanziamento (a valere sui fondi del PNRR), inizialmente fissato al 3 dicembre 2021, è prorogato alle ore 18.00 del 31 maggio 2022, salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.

Lo strumento pubblico a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese italiane è stato finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU attraverso il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e ha l’obiettivo di favorire la transizione digitale ed ecologica delle PMI italiane a vocazione internazionale.
Il Fondo, gestito da SIMEST in convenzione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), è stato dotato di 1,2 miliardi di euro – di cui 400 milioni relativi alla quota di cofinanziamento a fondo perduto.

Solo per PMI. Un unico finanziamento per impresa
Le risorse del Fondo sono destinate esclusivamente alle imprese di piccola e media dimensione (PMI), asse portante del sistema produttivo italiano. La finalità dello strumento è supportarne la competitività internazionale finanziandone la transizione digitale ed ecologica , due driver di crescita divenuti fondamentali per avere successo nello scenario globale e obiettivo del Piano europeo NextGenerationEU. Per questo, vengono fissate quote minime di spesa destinate a questa tipologia di investimento.
Inoltre, per assicurare la massima diffusione degli interventi agevolativi e consentire l’accesso a un più ampio numero di imprese, ogni azienda potrà presentare una sola domanda di finanziamento.

Condizioni
Sarà possibile per l’impresa richiedere un finanziamento a tasso agevolato (attualmente lo 0,055% annuo) con una quota di cofinanziamento a fondo perduto fino al 25%, nel limite delle agevolazioni pubbliche complessive concesse in regime di temporary framework, e senza necessità di presentare garanzie.

PMI del Mezzogiorno: risorse dedicate e fondo perduto al 40%
Il tetto di cofinanziamento a fondo perduto sale fino al 40% per le PMI che hanno almeno una sede operativa nel Sud Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia); a queste imprese è altresì riservato il 40% della dotazione complessiva del Fondo, ossia 480 milioni di euro.

I 3 finanziamenti: focus su transizione digitale ed ecologica
Le risorse del Fondo verranno veicolate attraverso tre nuovi finanziamenti: Transizione digitale ed ecologica delle PMI a vocazione internazionale; Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema e Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (e-commerce). Queste le caratteristiche dei tre strumenti:

1. Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione internazionale. È un finanziamento agevolato, dedicato alle PMI costituite in forma di società di capitali, con un fatturato export di almeno il 10% nell’ultimo anno o del 20% nell’ultimo biennio. Le risorse ottenute dovranno essere destinate per una quota almeno pari al 50% a investimenti per la transizione digitale e per la restante quota a investimenti per la transizione ecologica e la competitività internazionale. Lo strumento ha una durata di 6 anni, con 2 di pre-ammortamento, e un importo massimo finanziabile di 300mila euro che non può comunque superare il 25% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati;

2. Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema. È un finanziamento agevolato per la partecipazione di PMI a un singolo evento di carattere internazionale, anche virtuale, tra: fiera, mostra, missione imprenditoriale e missione di sistema, per promuovere l’attività d’impresa sui mercati esteri o in Italia. Almeno il 30% del finanziamento deve essere destinato a spese digitali connesse all’evento, a meno che l’evento stesso non sia a tema digital o ecologico. L’importo massimo del finanziamento è pari a 150mila euro e non può comunque superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. Il periodo di rimborso è di 4 anni, con 1 anno di pre-ammortamento.

3. Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (E-commerce). È un finanziamento agevolato, dedicato alle PMI costituite in forma di società di capitali, per la creazione o il miglioramento di una piattaforma propria di e-commerce o l’accesso a una piattaforma di terzi (market place) per la commercializzazione di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano. L’importo finanziabile va da 10 mila euro fino a un massimo di 300 mila per una piattaforma propria e fino a un massimo di 200 mila per market place, senza comunque superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. La durata del finanziamento è di 4 anni con 1 anno di pre-ammortamento.

 Scopri con i nostri Specialisti se puoi accedere: per informazioni Patrizia Caporale, tel. 0871.330270 – mail: commerciale@confartigianato.ch.it.

E’ disponibile online la nuova edizione di Obiettivo Impresa, la rivista di Confartigianato Chieti L’Aquila. Come sempre, la rivista verrà distribuita gratuitamente a tutte le imprese associate. Tanti i temi trattati, dal Pnrr al turismo, dall’Ecobonus agli strumenti per l’accesso al credito e fino a tutte le opportunità del momento.

LEGGI LA RIVISTA

Tutto pronto per il pranzo di Natale: quest’anno la festa sociale di Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila e delle relative strutture si svolgerà domenica 12 dicembre, alle ore 13.00, al Bellavista di Chieti, in corso Marrucino.

La partecipazione è gratuita per i soci, mentre per gli accompagnatori il costo è di 30 euro.

Prenotazione obbligatoria entro il 10 dicembre: 0871.330270 (Eugenia) – frontoffice@confartigianato.ch.it. Massimo 100 posti disponibili.

Da lunedì 6 dicembre 2021 e fino al 15 gennaio 2022 in zona bianca – area di rischio in cui attualmente è classificato l’Abruzzo – per accedere ad alberghi e strutture ricettive si dovrà essere dotati del Green Pass base, ovvero quello ottenuto dopo la vaccinazione, dopo la guarigione o con un tampone rapido o molecolare. Diventa invece obbligatorio il possesso del Super Green Pass o Green Pass “rafforzato”, rilasciabile ai soli vaccinati o guariti dal Covid-19 e non a chi si è sottoposto a tampone,  non quindi a chi risulta “tamponato”, per poter consumare in ristoranti, bar e locali al tavolo al chiuso.  Confermata l’esenzione dal possesso di tale titolo per il consumo al bancone, per il consumo all’aperto e per l’asporto.

Per consultare la tabella delle attività consentite senza e con Green Pass “base” o “rafforzato: CLICCA QUI

Per consultare le Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali aggiornate alla data odierna CLICCA QUI.

Per la cartellonistica sul Green Pass rafforzato CLICCA QUI.

Il contributo a fondo perduto per le start–up, previsto dall’art. 1-ter del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41 (decreto “Sostegni”), è riconosciuto ai soggetti titolari di reddito d’impresa che hanno attivato la partita Iva dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018, la cui attività d’impresa, in base alle risultanze del registro delle imprese tenuto presso la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, è iniziata nel corso del 2019, a seguito della presentazione di un’apposita istanza.

L’istanza per la richiesta del contributo a fondo perduto va presentata unicamente
mediante il servizio web disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito internet dell’Agenzia delle entrate, dal 9 novembre 2021 al 9 dicembre 2021

Il contributo “start-up” spettante a ogni beneficiario ammonta a 1.000 euro. Le risorse finanziarie disponibili ammontano a 20 milioni di euro e pertanto, qualora l’importo complessivo dei contributi richiesti fosse superiore allo stanziamento, l’erogazione avverrà con riparto proporzionale

Il contributo “Start-up” spetta per un ammontare pari a 1.000 euro. Qualora l’importo complessivo dei contributi richiesti fosse superiore allo stanziamento disposto, l’erogazione avverrà con riparto proporzionale.

Il contributo spetta in presenza dei seguenti requisiti:

  • i ricavi e i compensi conseguiti nel 2019, per i soggetti con esercizio coincidente con l’anno solare, non devono superare l’importo di euro 10.000.000;
  • l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2020 non deve essere inferiore almeno del 30 per cento rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2019.

Il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate dell’8 novembre scorso ha approvato il modello dell’istanza e le relative istruzioni alla sua compilazione

Di seguito la sintesi delle misure contenute nel nuovo Decreto Super Green Pass, che prevede, a partire dal 6 dicembre, la certificazione verde “rafforzata”, che si ottiene solo con vaccinazione o guarigione dal Covid-19.

La validità del green pass “rafforzato” scende da 12 a 9 mesi.  Dal 6/12/2021 al 15/1/2022 valgono le nuove regole transitorie per le zone colorate.

Il green pass “base” sarà obbligatorio dal 6 dicembre anche per: alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale.

L’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche sarà consentito in zona bianca e gialla solo ai possessori di “green pass rafforzato”.

Ulteriori limitazioni della zona arancione valide solo per chi non possiede il “green pass rafforzato”.

Vaccinazione obbligatoria estesa a personale amministrativo sanità, docenti e personale amministrativo scuola, militari, forze di polizia, soccorso pubblico dal 15/12.

Richiamo obbligatorio per professioni sanitarie dal 15/12.

Rafforzamento sistema dei controlli: entro 3 giorni dall’entrata in vigore del Decreto, i Prefetti sentono il Comitato provinciale ordine e sicurezza, entro 5 giorni adottano il nuovo piano di controlli coinvolgendo tutte le forze di polizia, relazionando periodicamente.

Norme che non sono cambiate: la mascherina resta non obbligatoria
all’aperto in zona bianca (dove è obbligatoria al chiuso in tutti i luoghi diversi dalla propria abitazione) e obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa. Sempre obbligatorio in tutte le zone portarla con sé e indossarla in caso di potenziali assembramenti o affollamenti; restano invariate le tipologie e la durata dei tamponi.

Da oggi in Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila è possibile richiedere lo SPID e la firma digitale. I nostri uffici rilasceranno direttamente all’interessato i codici per l’identità digitale e il token per la firma.

Ricordiamo che per richiedere lo SPID è necessario presentare:

  • documento di identità
  • codice Fiscale
  • indirizzo email

È inoltre necessario essere in possesso di smartphone per l’installazione dell’applicazione necessaria all’utilizzo dello SPID.

Per informazioni contattare gli uffici di Confartigianato sul territorio oppure rivolgersi al referente dedicato al servizio: Angela Morelli tel. 0871 330270 – ancos@confartigianato.ch.it.