Author

Confartigianato Ch Aq

Browsing

 

“I requisiti essenziali della norma Uni 10738 – Tenuta dell’impianto interno e idoneità dei materiali utilizzati”: questo il tema del webinar promosso da Organizzazione Progetti e Servizi, in collaborazione, tra gli altri, con Confartigianato Chieti L’Aquila. L’appuntamento è per il primo aprile, alle ore 15. Si tratta del primo di cinque incontri sui requisiti essenziali della Uni 10738.

Il webinar segna l’avvio di un percorso comune fra la Ops Spa e le ditte di manutenzione degli impianti termici, volto al miglioramento della consapevolezza del ruolo degli operatori del settore e più in generale al miglioramento della qualità del servizio offerto ai cittadini.

A conclusione dei lavori saranno illustrate le nuove procedure operative del servizio V.I.T.

Per partecipare al webinar CLICCA QUI.

Scarica il PROGRAMMA.

Il prossimo 31 marzo è il termine di scadenza per l’invio della comunicazione per i beneficiari del Superbonus che hanno optato, in alternativa all’utilizzo diretto della maxi-detrazione, per la cessione a terzi di un credito d’imposta corrispondente all’agevolazione spettante, relativamente alle spese sostenute nel 2020. La comunicazione deve essere presentata esclusivamente tramite l’apposita applicazione web o i canali telematici dell’Agenzia delle entrate. Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate dello scorso 22 febbraio, è stato fatto slittare il termine ordinario del 16 marzo alla fine del mese.

La possibilità di trasformare lo sconto Irpef del 110% (articolo 119, Dl n. 34/2020) in un credito di imposta da trasferire a terzi, è previsto, come è noto, dall’articolo 121 del decreto “Rilancio”. Destinatari della cessione possono essere i fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli interventi agevolabili, altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti), gli istituti di credito e gli intermediari finanziari. A sua volta chi riceve il credito può cederlo ad altri.

Le regole per la cessione del contributo e i termini di presentazione dell’opzione sono stati definiti dall’Agenzia delle entrate nel provvedimento dell’8 agosto 2020, che ha approvato anche il modello da utilizzare, insieme alle istruzioni, perfezionato successivamente con il provvedimento del 12 ottobre contenente, quest’ultimo, anche le specifiche tecniche per la trasmissione della comunicazione.

La comunicazione delle opzioni relative alle spese per interventi effettuati sulle singole unità immobiliari ammessi al Superbonus deve essere comunicata dal Caf o dal professionista che rilascia il visto di conformità attestante la sussistenza dei requisiti che danno diritto all’agevolazione. Per quanto riguarda gli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici, il modello può essere inviato anche dall’amministratore del condominio o dal condomino incaricato, ma con questa procedura, l’opzione diverrà efficace soltanto dopo che il soggetto che ha apposto il visto di conformità abbia verificato e validato i dati contenuti nella comunicazione attraverso il suddetto servizio web.

Ѐ  bene inoltre ricordare che l’opzione di cessione credito può essere esercita soltanto due volte per le spese relative allo stesso Superbonus, in relazione ad altrettanti di stati avanzamento dei lavori, il primo dei quali deve riferirsi ad almeno il 30% dell’intervento complessivo e il secondo ad almeno il 60 per cento. In sintesi, la cessione del credito, per gli interventi effettuati nel 2020, può essere presentata soltanto se le spese sostenute nel 2020 riguardano almeno il 30% dell’avanzamento dei lavori rispetto al completamento del progetto pianificato (articolo 121, comma 1-bis, Dl n. 34/2020), condizione che deve essere attestata con visto di conformità.

In caso contrario, il contribuente non potrà esercitare l’opzione per la cessione del credito, dovrà pagare il fornitore tramite bonifico bancario o postale (contenente le informazioni necessarie per usufruire delle altre detrazioni come quella spettante per le ristrutturazioni edilizie) e potrà usufruire della detrazione del 110% in sede di dichiarazione dei redditi, ripartita in cinque quote annuali di pari importo a partire dall’anno in cui ha effettuato il pagamento. La somma non utilizzata in un periodo d’imposta non può essere portata in detrazione nell’anno successivo o chiesta a rimborso.

Il Comune di Chieti è il terzo in Italia con la peggiore performance per quanto riguarda i tempi di pagamento alle imprese: 96, in media, i giorni necessari, a fronte di un limite di legge pari a 30 giorni. Prima di Chieti ci sono solo Salerno (99) e Alessandria (100). Il dato, relativo ai primi tre trimestri del 2020, è di gran lunga superiore alla media dei 109 Comuni capoluogo, che è pari a 32, e anche alla media dei comuni abruzzesi (49 giorni). E’ quanto emerge da un approfondimento del Centro studi di Confartigianato Chieti L’Aquila.

In media, in provincia di Chieti il pagamento avviene dopo 57 giorni. Solo 22 Comuni, pari al 21,2% del totale, pagano entro il limite di legge di 30 giorni, dato che colloca il territorio al 77/esimo posto della classifica nazionale. Sono 82 i Comuni che pagano oltre il limite di legge di 30 giorni, 30 dei quali addirittura oltre i 60 giorni. Il Chietino è comunque al primo posto della classifica regionale. Le altre province si piazzano tutte in posizioni peggiori. Subito dopo, al 78/esimo posto nazionale, infatti, c’è l’Aquilano: il tempo medio dei pagamenti da parte dei comuni è di 45 giorni e solo il 20,4% degli enti paga entro i 30 giorni previsti dalla legge. Nella parte bassa della classifica ci sono la provincia di Pescara, 93/esima, e quella di Teramo, 97/esima. Nel Pescarese il tempo medio è di 40 giorni e solo il 13% dei comuni paga entro un mese. Nel Teramano il tempo medio è di 55 giorni e solo il 10,6% degli enti paga entro i 30 giorni.

L’Abruzzo, nel complesso, si colloca al 17/esimo posto della classifica nazionale. Il tempo medio di pagamento è di 49 giorni. Solo 55, pari al 18% del totale, i comuni che pagano entro un mese. Ben 250 quelli che pagano oltre i 30 giorni e tra questi addirittura 111 che pagano oltre i due mesi di tempo. Peggio dell’Abruzzo fanno solo Campania (56 giorni), Molise (58) e Calabria (60).

“Questi dati parlano chiaro – afferma il direttore generale di Confartigianato Chieti L’Aquila, Daniele Giangiulli – Ora più che mai è indispensabile porre rimedio a questa situazione. In un momento economico difficilissimo, le imprese hanno bisogno di liquidità per sopravvivere. La soluzione al problema, Confartigianato lo dice da molto tempo, è quella di adottare la compensazione diretta dei debiti e dei crediti verso la Pubblica Amministrazione. In questo modo – conclude – si darebbero liquidità ed ossigeno alle imprese”.

Confartigianato Chieti L’Aquila ha attivato lo sportello per assistere le imprese che vogliano vendere servizi e beni alla Pubblica amministrazione e, soprattutto, che vogliano operare sul MePA (Mercato Elettronico della PA), mercato interamente virtuale in cui le amministrazioni pubbliche incontrano potenziali fornitori.

Allo sportello le imprese possono rivolgersi per ricevere spiegazioni sulle modalità di utilizzo del MEPA, presentare la domanda di abilitazione, caricare un catalogo ed essere assistiti, anche in seguito, per operare in tale mercato virtuale.

Per saperne di più CLICCA QUI.

Referente sportello:

Marcella Tunno
formazione@confartigianato.ch.it – 0871.330270
Confartigianato Chieti L’Aquila
Piazza Falcone e Borsellino, 3 – Chieti

Rimettere in connessione i territori, far ripartire gli investimenti, innovare e trasformare la crisi in opportunità: queste le finalità a cui è destinato il nuovo plafond per la finanza diretta alle PMI che Confidi Systema! ha recentemente riattivato dopo l’esperienza positiva dello scorso aprile.

In quel mese abbiamo assistito ad un boom di domande in pochissimo tempo, complice l’allungamento delle procedure di accesso al credito nel canale bancario a quel tempo ingolfato dalle prime misure di emergenza.
Quanto accaduto testimonia che Confidi può colmare uno spazio nella domanda di liquidità delle imprese grazie al suo radicamento territoriale e alla robusta capacità di valutazione del merito del credito.

Il nuovo Plafond come il precedente finanzia linee chirografarie di importo massimo pari a 150.000 euro durata 60 mesi incluso un periodo di preammortamento massimo di 12 mesi.
I beneficiari sono ditte individuali, micro imprese e PMI che devono affrontare le spese per far ripartire le proprie attività, pagare le merci ai fornitori, investire in tecnologia e digitale e altro ancora.

Con la pandemia la finanza diretta erogata dai confidi è entrata a pieno titolo nel nuovo paradigma di offerta.
C’è stato il riconoscimento normativo a tutti gli effetti con la conversione in legge del Decreto Rilancio, che ha esteso per i confidi vigilati i parametri entro cui poter svolgere l’operatività legata ai prestiti diretti pur rimanendo prevalente l’attività di garanzia.
E tanta era l’aspettativa del nostro settore che immediata è stata anche la firma dell’accordo “Plafond Confidi” tra Assoconfidi e Cassa Depositi e Prestiti per 500 milioni di euro quale provvista agevolata al sistema dei confidi per l’erogazione di credito diretto alle PMI: accordo che Confidi Systema! ha da subito reso operativo per la propria quota parte.

Con la provvista agevolata ai confidi di Cassa Depositi e Prestiti si apre una nuova era di servizio alle imprese.

Per ricevere ulteriori informazioni rivolgersi alla rete dei consulenti di Creditfidi presenti in Abruzzo e Molise: http://www.creditfidi.it/contatti/.

Ancora aperte le iscrizioni per il corso SVAB che prenderà il via il 23 marzo. Le lezioni, della durata totale di 124 ore, si svolgeranno interamente online.
 Il corso è rivolto a coloro che intendono svolgere l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, addetto alla vendita presso il primo esercizio pubblico (bar, pub, ristoranti, alberghi con bar e/o ristorante, caffè, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari, latterie) nel rispetto dei requisiti previsti dal D.Lgs. n. 59/2010, art. 71, comma 6 per l’esercizio dell’attività imprenditoriale in materia alimentare.
Per informazioni: tel. 087164430 – e-mail. info@academyforme.it.

 

Si svolgeranno lunedì 15 marzo e giovedì 18 marzo, nella sede di Lanciano di Confartigianato Chieti L’Aquila, i corsi di aggiornamento ponteggi. Le iscrizioni sono ancora aperte per il corso del 18 marzo. Le attività, della durata di 4 ore, inizieranno alle 14.30.

Il Corso Aggiornamento Ponteggi ha l’obiettivo di aggiornare le conoscenze dei partecipanti necessarie al corretto montaggio e smontaggio dei ponteggi, secondo le disposizioni del D.Lgs. 81/2008 Art. 137, comma 6 e 7 D.Lgs. 81/2008.

 

Per informazioni 

Tel. e Fax 0872.700315
e-mail: lanciano@confartigianato.ch.it

Sconti su diverse tipologie di prodotti grazie alla convenzione tra Confartigianato e Unieuro dedicata agli associati. I soci di Confartigianato possono usufruire dei vantaggi esclusivi nell’acquisto dei prodotti di elettronica ed informatica, piccoli e grandi elettrodomestici, articoli per la casa venduti presso la rete dei punti vendita ad insegna Unieuro presenti sul territorio nazionale.

Attraverso l’utilizzo del Codice Convenzione – CAI – i soci Confartigianato in possesso della tessera possono usufruire della seguente scontistica: articoli per la casa 12%; informatica, telefonia, games 3%; musica e film 10%;  piccoli e grandi elettrodomestici (es. lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi, preparazione cibi, cura della persona, pulizia casa) 10%; TV, foto-video e audio 7%.

Gli sconti non sono applicabili su prodotti che, al momento dell’acquisto, risulteranno già in promozione o sottocosto o comunque scontati per qualsivoglia ragione. Gli sconti non sono applicabili agli acquisti online.

I soci Confartigianato, al fine di usufruire dei vantaggi della convenzione, sono tenuti a sottoscrivere il modulo di adesione alla Fidelity Card “Unieuro Club” presso uno dei 274 punti vendita diretti ad insegna Unieuro, previa presentazione della tessera Confartigianato o documentazione equipollente (dichiarazione rilasciata da un’Associazione territoriale della Confederazione comprovante l’appartenenza a Confartigianato Imprese) e l’indicazione del Codice Convenzione “CAI”. Il rilascio della Fidelity Card è gratuito.

Al momento dell’acquisto, ai fini degli sconti previsti dalla convenzione, è necessario che l’interessato presenti alla cassa la tessera Confartigianato e la Fidelity Card “Unieuro Club” abbinata al Codice Convenzione “CAI”.

Clicca qui per sapere quali sono i NEGOZI ADERENTI alla convenzione.

È stato pubblicato sul sito della Regione Abruzzo e sui siti delle Adsu regionali, l’Avviso pubblico che dà la possibilità alle famiglie di ottenere il rimborso o parte di esso degli affitti universitari nel periodo dal 1° febbraio al 31 luglio 2020.

Le domande potranno essere presentate sulle piattaforme digitali delle Aziende al diritto allo studio abruzzesi (Adsu) dal 15 marzo fino al 30 aprile 2021.

Per ottenere il rimborso dei canoni d’affitto bisogna presentare un Isee per il Diritto allo studio universitario 2021 non superiore a 15 mila euro, essere studente universitario fuori sede, avere un contratto di locazione regolarmente registrato all’Agenzia dell’entrate ed essere stato iscritto all’anno accademico 2019/2020.

Il ristoro, che non potrà essere superiore a 1500 euro, non è cumulabile con altre forme di sostegno di diritto allo studio corrisposte allo studente o al nucleo familiare di appartenenza.

Le domande possono essere presentate esclusivamente per via telematica con accesso digitale SPID.

Presso le sedi CAAF Confartigianato Chieti L’Aquila, è possibile richiedere assistenza per l’elaborazione del Modello ISEE e per l’invio dell’istanza di ammissione al rimborso.

 

Prendi subito un appuntamento presso una delle nostre sedi!

“La certificazione degli impianti termici civili: la sicurezza degli impianti e l’importanza della corretta compilazione dei rapporti di controllo di efficienza energetica”. Questo il tema del webinar gratuito che si svolgerà giovedì 11 marzo. L’iniziativa è promossa da Organizzazione Progetti e Servizi, in collaborazione, tra gli altri, con Confartigianato Chieti L’Aquila.

Il webinar, che prenderà via alle ore 15.00, è riservato agli impiantisti operanti in provincia di Chieti e si concentrerà in particolare sull’importanza della corretta compilazione dei Ree. Dopo i saluti, alle ore 15.15 l’ing. Graziano D’Eustachio parlerà della norma Uni10738. Alle 15.55 l’ing. Ferdinando Stampone si soffermerà sulla classificazione della sicurezza degli impianti termici civili in provincia di Chieti. Le conclusioni sono previste per le 16.30.

PER PARTECIPARE CLICCA QUI

Per informazioni: 08715857232 – responsabile.tecnico@opschieti.itufficio.tecnico@opschieti.it