Author

Confartigianato Ch Aq

Browsing

Nel primo trimestre 2022 in Abruzzo si sono iscritte 532 imprese artigiane, in aumento rispetto alle iscrizioni del corrispondente trimestre del 2021 (449), e sono 657 le cessazioni non d’ufficio, anch’esse in crescita in un anno (erano 716). L’effetto complessivo di questi flussi genera nel I trimestre 2022 un saldo negativo pari a 125 unità, in miglioramento rispetto al -267 rilevato un anno prima. E’ quanto emerge da un’analisi del Centro studi di Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila.

Il tasso di crescita delle imprese artigiane – rapporto percentuale tra il saldo fra iscrizioni e cessazioni non d’ufficio rilevate nel trimestre e lo stock delle imprese registrate all’inizio del trimestre – è pari al -0,43% nel primo trimestre 2022, in miglioramento rispetto al -0,91% registrato nel primo trimestre del 2021. Nonostante i dati in miglioramento, l’Abruzzo è tra le 15 regioni con un tasso di crescita negativo.

Per quanto riguarda i singoli settori, nel trimestre migliorano quasi tutti i comparti, a partire dalle costruzioni, che registrano un saldo positivo pari a 14, contro il -89 del primo trimestre 2021. Poi ci sono i servizi alle imprese (-9; -22 nel 2021) e i servizi alla persona (-69; -113 nel 2021). Peggiora il manifatturiero, con un saldo negativo pari a -66, maggiore di quello del 2021 (-40).

Completano l’analisi sulla demografia d’impresa alcune valutazioni in chiave settoriale basate sulla variazione annuale dello stock di imprese artigiane registrate: alla fine del primo trimestre 2022 si osserva una diminuzione dello 0,7%, pari a 206 imprese in meno, influenzata principalmente dal -2,1% del Manifatturiero, con 138 imprese in meno; diminuiscono anche i Servizi alle imprese con -1,1% (-37 imprese) e i Servizi alle persone con -0,8% (-66 imprese), mentre sono in aumento le Costruzioni con il +0,2%, pari a 25 imprese in più.

A livello territoriale, a Chieti, nel trimestre, si sono iscritte 125 imprese artigiane, in lieve aumento rispetto alle iscrizioni del corrispondente trimestre del 2021 (111), e sono 160 le cessazioni non d’ufficio, in calo rispetto alle 194 del primo trimestre 2021. Il saldo negativo è pari a -35, in miglioramento rispetto al -83 dello scorso anno, come pure il tasso di crescita, che passa dal -1,02 a -0,43.

A L’Aquila si sono iscritte 140 imprese artigiane, in aumento rispetto al primo trimestre del 2021 (87), e sono 152 le cessazioni non d’ufficio, dato simile a quello dello scorso anno (159). Il saldo negativo è pari a -12, in forte miglioramento rispetto al -72 dello scorso anno. Migliora anche il tasso di crescita, che passa da -1,09 a -0,18.

Il 9 giugno 2022 alle ore 15.00 apre il terzo sportello delle agevolazioni per il cratere sismico aquilano.

La misura, gestita da Invitalia e promossa dal Ministero dello sviluppo economico, sostiene i piani di sviluppo delle imprese ma anche di associazioni sportive dilettantistiche, società sportive e associazioni culturali.

Per l’intervento, rivolto alle piccole e medie imprese colpite dall’emergenza Covid, la dotazione finanziaria è di 6,5 milioni di euro di contributi a fondo perduto, così suddivisi:

  • 70%, pari a circa 4,5 milioni di euro, per le iniziative nel Comune dell’Aquila
  • 30%, pari a circa 2 milioni di euro, per le iniziative nel restante territorio del cratere sismico

I contributi a fondo perduto sono essenzialmente a copertura delle spese di capitale circolante, fino a un massimo di 8.000 euro per le imprese con sede nel Comune dell’Aquila e di 5.000 euro per le imprese con sede nei restanti Comuni del cratere sismico 2009.

La domanda può essere presentata solo online, attraverso la piattaforma web di Invitalia.

La valutazione avviene entro 60 giorni, secondo l’ordine cronologico di arrivo.

La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Chieti Pescara ha pubblicato il 39° Concorso “Premio Fedeltà al Lavoro e Progresso Economico” per premiare Lavoratori ed Imprese che abbiano apportato significativi contributi allo sviluppo economico e sociale, mediante l’attribuzione di un premio consistente in una medaglia del conio camerale di pregevole fattura ed in un diploma di benemerenza.

Caratteristiche del bando:

I riconoscimenti assegnabili sono pari ad un massimo di 75. Eventuali premi non assegnati nell’ambito della singola categoria, potranno essere ridistribuiti in percentuale sulle altre categorie che presentino un numero di richieste superiori rispetto ai premi stanziati.

La Giunta camerale ha la facoltà di attribuire, a suo insindacabile giudizio, ulteriori 2 “Premi Speciali” a favore di personalità che si siano particolarmente distinte nei settori dell’economia, delle scienze, della cultura, dell’arte e delle professioni, apportando significativi contributi allo sviluppo economico e sociale del territorio chietino e pescarese.

L’ente camerale ha istituito, inoltre, un ulteriore “Premio Impresa longeva” con 4 riconoscimenti (2 per la provincia di Chieti e 2 per la provincia di Pescara) destinati alle imprese più longeve, con sede principale nella provincia di Chieti o di Pescara, che risultino attive ed iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio da oltre 60 anni. Per tali imprese verrà effettuata d’ufficio una verifica sul possesso dei requisiti richiesti, attraverso i dati risultanti dal Registro delle Imprese.

Categorie di premiati:

Categoria I: n. 30 premi a Lavoratori autonomi e Lavoratori dipendenti (dirigenti, operai, tecnici, impiegati, braccianti, salariati, pensionati, anche dipendenti di associazioni di categoria, studi professionali, organizzazioni sindacali, cooperative, consorzi), che abbiano prestato lungo ed ininterrotto servizio presso la stessa impresa/settore, industriale, commerciale, agricolo, artigiano o di servizi, con minimo di anni 25 (per i lavoratori del settore marittimo il servizio ininterrotto alle dipendenze di imprese del ramo dovrà essere di almeno 20 anni);

Categoria II: n. 5 premi a Liberi professionisti regolarmente iscritti da almeno 30 anni ad Ordini o Collegi Professionali riconosciuti, che si siano specializzati in specifiche discipline giuridiche, economiche, ambientali, ecc., a seconda del settore di appartenenza;

Categoria III: n. 5 premi a chi abbia conseguito, nell’ultimo quinquennio, un brevetto per invenzione industriale di particolare interesse o valore sociale;

Categoria IV: n. 30 premi ad Imprese (settori agricoltura, caccia e pesca, artigianato, commercio, industria e servizi) con almeno 30 anni di ininterrotta attività (per le aziende appartenenti al settore pesca il minimo di attività è di 20 anni);

Categoria V: n. 5 premi ad Italiani all’estero, Imprenditori e Lavoratori originari della provincia di Chieti o di Pescara, che abbiano svolto, per almeno 15 anni, attività imprenditoriali o alle dipendenze in uno stesso settore in uno o più Paesi esteri, documentate da certificazioni consolari.

Modalità di presentazione delle domande e scadenza del bando:

Le richieste dovranno pervenire alla Camera di Commercio Chieti Pescara, tramite apposita modulistica, entro il 22 agosto 2022, allegando alle stesse i documenti idonei a comprovare le condizioni di fatto per cui si ritiene di avere titolo per la partecipazione al concorso:

  • se Impresa, via pec all’indirizzo cciaa@pec.chpe.camcom.it;
  • se Lavoratore dipendente (o pensionato), mediante raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata a CCIAA Chieti Pescara, Piazza G.B. Vico, 3 – 66100 Chieti – o mediante pec all’indirizzo cciaa@pec.chpe.camcom.it.

I Premi saranno assegnati in ordine cronologico di arrivo delle domande.

Il responsabile del procedimento amministrativo effettuerà l’esame delle domande e della relativa documentazione presentata, nonché di quella acquisita d’ufficio a completamento dell’istruttoria. Si formerà, poi, una graduatoria da sottoporre alla Giunta Camerale ai fini dell’attribuzione dei relativi riconoscimenti.

Ufficio di riferimento:

Il procedimento amministrativo riferito al presente bando di concorso è assegnato all’Area V – Promozione dei servizi alle Imprese ed al Territorio – Ufficio Turismo, Promozione del Territorio e Valorizzazione delle Filiere.

Per informazioni: 085-4536236/223/243

 

Documentazione:

Bando completo

Modello di domanda imprese

Modello di domanda lavoratori

Informativa privacy

La normativa sulla “trasparenza” – L. 124/2017, modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito in legge n. 58/2019 –  prevede l’obbligo di pubblicazione per beneficiari di contributi, a partire da € 10.000.

La legge stabilisce che le società di Capitali (Spa, Srl, Sapa), le società di persone (Snc, Sas), le ditte individuali esercenti attività di impresa (a prescindere dal regime contabile ed inclusi i soggetti in contabilità ordinaria, semplificata, regime dei minimi, regime forfettario) e le società cooperative (incluse le cooperative sociali), devono pubblicare sul proprio sito internet, entro il 30 giugno di ogni anno, le informazioni relative ai contributi/finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio precedente. I soggetti che non hanno un proprio sito internet, possono provvedere tramite la pubblicazione sul sito internet delle associazioni di categoria alle quali aderiscono

La mancata pubblicizzazione dei contributi ricevuti comporta: la sanzione amministrativa pecuniaria pari “all’1% degli importi ricevuti con un importo minimo di 2.000 euro”; la sanzione accessoria di adempiere all’obbligo di pubblicazione. Solamente qualora il trasgressore non proceda alla pubblicazione e al pagamento della sanzione pecuniaria entro novanta giorni dalla contestazione, scatterà la sanzione aggiuntiva che consiste nella restituzione integrale dei contributi e degli aiuti ricevuti.

Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila mette a disposizione delle imprese associate un servizio di pubblicazione sul proprio sito web. Per informazioni e per usufruire del servizio contattare lo 0871.330270.

Di seguito i contributi ricevuti delle imprese che hanno voluto pubblicare i dati nel sito della loro associazione come previsto dalla norma:


 

MASTROPIETRO ADOLFO

Sede: L’AQUILA VIALE GRAN SASSO 34
Codice Fiscale percettore: MSTDLF78M03A345G
P.IVA: 01802940666

Soggetto erogante: AGENZIA ENTRATE
Somma incassata: 5315,00
Data dell’incasso: 19/04/2021
Causale/descrizione FONDO PERDUTO ART. 1 D.L. 41/2021

Soggetto erogante: AGENZIA ENTRATE
Somma incassata:5315,00
Data dell’incasso:24/06/2021
Causale/descrizione FONDO PERDUTO ART.1 COMMI DA 1 A3 D.L. 73/2021

Soggetto erogante: INPS
Somma incassata: EURO 1096,55
Data dell’incasso: 31/12/2021
Causale/descrizione DECONTRIBUZIONE SUD


CODI SRL
C.F.: 01534930662

Fondo di garanzia D.L. 23 del 8.4.2020, importo 24000.00 €, anno 2020.

Contributo Fondo Perduto Reg. Abruzzo D.L. 104/2020, importo 4407.32 €, anno 2021

Contributo CCIAA Dispositivi Anticovid, importo 644.13 €, anno 2021

Contributo Fondo Perduto Art. 25 Decreto Rilancio, importo 6559.00 €, anno 2020


IRIS COOPERATIVA SOCIALE

P.Iva-C.F.: 02548370697

 

Cinque per mille – Agenzia delle Entrate – 2020-2019 P.Iva-C.F.: 06363391001 € 7.319,12

P.Iva-C.F.: 02548370697 Banca del Mezzogiorno Medio Credito Centrale Spa 00915101000 € 30.000,00 12/02/2021 Covid-19: Fondo di garanzia Pmi Aiuti di Stato


FORME SRL

PIva-C.F.: 02155980697

 

Banca del Mezzogiorno Medio Credito spa € 50.000,00 Covid-19: Fondo di garanzia Pmi Aiuto di Stato

E’ in vigore il decreto legge 17 maggio 2022, n. 50 recante “Misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi ucraina”. Prevede, tra l’altro, la  corresponsione di una indennità una tantum pari a 200 euro, da parte dell’INPS, ai pensionati e ad altre categorie di soggetti che si trovano in particolari condizioni.

La indennità non costituisce reddito ai fini fiscali ed è attribuita d’ufficio o a domanda a
seconda della tipologia di soggetto destinatario. Coloro che devono presentare la domanda, possono farlo presso gli istituti di Patronato.

La disposizione specifica che la prestazione può essere corrisposta a ciascun soggetto una
sola volta, sebbene lo stesso possa rientrare in più tipologie di destinatari.

CHI DEVE PRESENTARE LA DOMANDA

Le categorie che per ottenere i 200 euro devono presentare specifica domanda presso un patronato sono:

  • Lavoratori domestici che abbiano in essere uno o più rapporti di lavoro
  • Titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di cui all’articolo 409 del codice di procedura civile iscritti alla Gestione Separata (redditi 2021 non superiori a 35.000 euro)
  • Lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti
  • Lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo
  • Lavoratori autonomi, privi di Partita Iva, che, nel 2021 siano stati titolari di contratti autonomi occasionali riconducibili alle disposizioni di cui all’articolo 2222 del codice civile iscritti alla Gestione Separata
  • Incaricati alle vendite a domicilio, titolari di Partita Iva attiva iscritti alla Gestione separata.

Per maggiori informazioni e per richiedere un appuntamento presso il Patronato Inapa di Confartigianato Chieti L’Aquila:

0871.330270 – patronatoinapa@confartigianato.ch.it

“Il welfare aziendale si può fare – Ascolto, conoscenza e alleanza: le tre leve per le piccole imprese”. Questo il titolo dell’evento che si svolgerà mercoledì 25 maggio, alle ore 15, nella sala consiliare del Comune di Francavilla al Mare. Nel corso dell’iniziativa verranno diffusi i risultati del progetto Unika.

Dopo i saluti del sindaco di Francavilla, Luisa Russo, e dell’assessore comunale alle Politiche sociali, Leila Di Giulio, ci saranno gli interventi del Dirigente del servizio programmazione sociale della Regione Abruzzo, Raimondo Pascale, della presidente del Consiglio comunale di Francavilla, Francesca Buttari, del vicesindaco di Guardiagrele Flora Giovanna Bianco e dell’assessore alle Politiche sociali del Comune di Chieti, Mara Maretti.

Per Confartigianato Chieti L’Aquila sarà presente, nella fase dedicata alla diffusione dei risultati, il direttore generale Daniele Giangiulli, in qualità di responsabile del progetto Unika per l’associazione.

Fare i lavori di casa, comprare i mobili per la cameretta, partecipare a un master, affrontare spese impreviste. Oppure sei amante dell’ecosostenibile, e hai deciso di dire addio ai mezzi tradizionali, per fare acquisti Green? Per questo ci sono i prestiti BPER Banca in convenzione con Confartigianato.

 

Importo finanziabile

Da 1.000 a 75.000 €

Spendi l’importo come preferisci

Viaggi, moto, auto, studio, arredamento, lavori di casa, impianti ad energie rinnovabili, impianti termoidraulici, isolamenti termici, suto elettriche o ibride, scooter e bici elettriche o elettrodomestici di ultima generazione

Durata

da 12 mesi a 120 mesi

TAN

Fisso

 

Per scoprire i vantaggi della convenzione riservata a Confartigianato è possibile rivolgersi gratuitamente alle nostre sedi territoriali:

CHIETI: P.zza Falcone e Borsellino, 3 Tel. 0871-330270 Pers. 333/9644770 (Rif. Patrizia Caporale) – commerciale@confartigianato.ch.it

FRANCAVILLA AL MARE: P.zza Sirena, 8 Tel. 085/816479 – francavilla@confartigianato.ch.it

LANCIANO: Via Del Mancino, 54 Tel. 0872/700315 – lanciano@confartigianato.ch.it

SAN SALVO: Via Roma, 1/a Tel. 0873/672060 – sansalvo@confartigianato.ch.it 

L’AQUILA: Nucleo Industriale Bazzano km 41,97 (2° piano sopra la BNL) Tel. 0862/080711 – servizi@confartigianatolaquila.it

 

Definire una strategia per contrastare il fenomeno dell’abusivismo e del lavoro nero, che espongono a gravi rischi migliaia di imprese, oltre ai consumatori. Questo l’obiettivo dell’incontro che si è svolto stamani tra il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Chieti, colonnello Serafino Fiore, il direttore di Confartigianato Chieti L’Aquila, Daniele Giangiulli, e quello di Cna Chieti, Letizia Scastiglia.

Secondo un recente studio, nella sola provincia di Chieti sono 4.191 le imprese – quasi sempre piccole attività – esposte alla concorrenza sleale ad opera di migliaia di operatori che si spacciano per imprenditori, ma che di regolare non hanno nulla. Del totale delle imprese, 3.468 sono attività artigiane. I settori più colpiti dal fenomeno sono l’edilizia, l’acconciatura e l’estetica, l’autoriparazione, l’impiantistica, la riparazione di beni personali e per la casa, il trasporto taxi, la cura del verde, la comunicazione, i traslochi.

All’incontro, sollecitato proprio dalle due associazioni di categoria, hanno preso parte oltre al colonnello Fiore, anche i comandanti delle sedi territoriali della Guardia di Finanza, a dimostrazione dell’attenzione delle Fiamme Gialle sul tema.

Durante il confronto è stata definita una strategia da portare avanti nel breve periodo: le associazioni di categoria raccoglieranno le segnalazioni e, sulla base delle stesse, partiranno i controlli a tappeto.

Giangiulli e Scastiglia, al termine dell’incontro, esprimono “soddisfazione per la sensibilità e la disponibilità dimostrata sul tema dal colonnello Fiore” ed auspicano che vi sia “tolleranza zero per un fenomeno che sottrae lavoro e reddito ai piccoli imprenditori e risorse finanziarie allo Stato, oltre a minacciare la sicurezza e la salute dei consumatori”.

 

Confartigianato Chieti L’Aquila e Cna Chieti invitano gli operatori a segnalare, anche in forma anonima, eventuali situazioni di abusivismo, scrivendo a: info@confartigianato.ch.itchieti@cna.it. Le segnalazioni verranno poi inoltrate, nel rispetto della privacy, alla Guardia di Finanza, per i successivi controlli.

I Signori Soci sono convocati per l’Assemblea Ordinaria della Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila, presso la sede di Academy Forme sita in Chieti – Via Masci c/o C.C. Centauro, 1° piano, per le ore 06:00 del 30 maggio 2022 in prima convocazione e, se non sarà raggiunto il numero legale, il 27 giugno 2022 alle ore 18:00 nel medesimo luogo, per discutere e deliberare sul seguente

ORDINE DEL GIORNO

  1. Relazione attività anno 2021;
  2. Approvazione bilancio consuntivo anno 2021 e bilancio preventivo anno 2022;
  3. Rinnovo cariche sociali;
  4. Varie ed eventuali.

L’ avviso di convocazione è affisso per la pubblicità presso la sede legale.

AVVISO DI CONVOCAZIONE

Chieti, 30 aprile 2022

Approfondire i contenuti del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) e, soprattutto, l’impatto che tale importante strumento avrà sulle imprese del territorio. Questo l’obiettivo del convegno dal titolo “Rigenerazione urbana & Pnrr” che si svolgerà giovedì 26 maggio, alle ore 16, nell’Aula multimediale del Campus universitario di Chieti. L’iniziativa è promossa da Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila, Università ‘G. d’Annunzio’ ed Europe Direct Chieti. Il convegno per Confartigianato sarà occasione per presentare la guida Pnrr per le imprese, elaborata dalla Confederazione nazionale.

Dopo i saluti del referente Europe Direct Chieti, Annalisa Michetti, e del direttore generale di Confartigianato Chieti L’Aquila, Daniele Giangiulli, i lavori entreranno nel vivo con gli interventi dei relatori.

Inizierà il direttore del Dipartimento di Presidenza della Regione Abruzzo, Emanuela Grimaldi, sul tema “La Regione e il Pnrr”, seguita da Melania D’Angelosante, professore associato di Diritto amministrativo, che parlerà di “Pnrr, rigenerazione urbana e azioni successive”. Poi sarà la volta del responsabile Pnrr di Confartigianato Imprese, Paolo Manfredi, che si occuperà della presentazione della guida Pnrr per le imprese, e del responsabile Agevolazione e Incentivi Artigiancassa, Rossana Cassetta, che interverrà sul tema “Advisory: Artigiancassa per il Pnrr”.