Avvisi

Bonus mamma domani 2021: requisiti e domanda

In attesa che da gennaio 2022 vada a regime per tutti l’assegno unico universale per le famiglie con figli a carico, che sostituirà le altre forme di sostegno al reddito, le agevolazioni e detrazioni fiscali compreso il Bonus mamma domani, per tutto il 2021 sarà ancora possibile chiedere all’INPS il versamento degli 800 euro finora concessi alle neo-madri indipendentemente dall’ISEE. Vediamo dunque quali sono i requisiti richiesti e come presentare domanda di riconoscimento del Bonus mamma domani.

Bonus mamma domani 2021: importo e requisiti

Ricordiamo che il Bonus mamma domani consiste in un contributo di 800 euro, importo raddoppiato per parto gemellare, erogato una tantum e in un’unica soluzione alle donne in attea, a partire dal settimo mese di gravidanza. L’assegno può essere richiesto anche al momento della nascita o da quando inizia l’affidamento preadottivo oppure l’adozione del/della bambino/a. Il premio non concorre alla formazione del reddito complessivo di cui all’articolo 8 del Testo Unico delle imposte sui redditi. La richiesta può essere effettuata anche retroattivamente, entro un anno dal verificarsi dell’evento, non prevede soglie ISEE, e potrà essere inoltrata all’INPS fino al 31 dicembre 2021. Possono richiedere il Bonus mamma domani sia le cittadine italiane che le donne straniere residenti in Italia comunitarie, o extracomunitarie con permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, o in alternativa la carta di soggiorno per familiari di cittadini dell’Unione Europea.

Bonus mamma domani 2021: documenti

Il primo passo da compiere per vedersi riconosciuto il Bonus mamma domani 2021 è farsi rilasciare dal proprio medico il certificato sullo stato di gravidanza, con indicata la data presunta del parto. Questo nel caso in cui il parto non sia già avvenuto naturalmente. Per le richieste inoltrate dopo la nascita occorre autocertificare nella domanda la data del parto e le generalità del bambino, compreso il codice fiscale. In caso di parto plurimo il bonus viene riconosciuto per ogni minore e bisogna indicare tutte le generalità. Per le adozioni è necessario presentare all’INPS i dati relativi al provvedimento da parte del tribunale, i dati di ingresso in famiglia, più eventualmente l’adozione pronunciata da uno Stato estero. Le donne straniere extracomunitarie devono allegare alla domanda di Bonus mamma domani anche gli estremi del permesso di soggiorno. Nella domanda va inoltre indicato il codice IBAN del proprio conto sul quale l’INPS verserà gli 800 euro, a meno che non si opti per il bonifico domiciliato presso ufficio postale. Una volta in possesso della documentazione richiesta, la richiesta di Bonus mamma domani deve essere effettuata esclusivamente in modalità telematica all’INPS, compilando il modulo online messo a disposizione dall’Istituto. Per farlo, bisogna essere in possesso delle credenziali SPID, della Carta di Identità Elettronica o del PIN INPS.

La domanda può essere presentata tramite il Patronato INAPA di Confartigianato presente all’interno delle sedi di Confartigianato oppure telefonando a Debora De Nicola tel. 0871 330270  mail: patronatoinapa1@confartigianato.ch.it.

Comments are closed.