Category

Energia

Category

 

Dopo il picco straordinario raggiunto a marzo, nel mese di aprile i prezzi all’ingrosso di energia e gas hanno visto una discesa del 20% circa, portandosi a livelli più vicini a quelli di inizio anno. Per il prossimo futuro il quadro generale risulta ancora fortemente condizionato dagli sviluppi della crisi russo-ucraina e le quotazioni “forward” purtroppo non lasciano intravedere significative diminuzioni dei prezzi futuri. In questo momento, lo sviluppo delle vicende geopolitiche sarà determinante per definire l’effettivo scenario.

In questo contesto, in cui tutti subiscono pesanti aumenti dei costi energetici, il Governo ha annunciato alcune misure volte a contenere parzialmente l’impatto per le imprese e le famiglie:

  • estensione al terzo trimestre 2022 del bonus sociale energia elettrica e gas;
  • aumento dal 20 al 25% del credito di imposta riconosciuto alle imprese (sia “gasivore” che non) per l’acquisto di gas naturale nel secondo trimestre 2022;
  • aumento dal 12 al 15% del credito d’imposta riconosciuto alle imprese dotate di contatori di potenza disponibile pari a superiore a 16,5 kW, diverse da quelle a “energivore”, per l’acquisto di energia elettrica nel secondo trimestre 2022;
  • la possibilità – per le imprese “gasivore” – di usufruire di un credito di imposta del 10% per l’acquisto di gas naturale anche nel primo trimestre 2022;

Nulla cambia, invece, per le imprese “energivore” a cui è riconosciuto un credito di imposta del 25% per l’acquisto di energia elettrica nel secondo trimestre 2022.

SCOPRI COME RISPARMIARE

Nonostante l’aumento dei prezzi, Confartigianato continua a garantire le tariffe più basse disponibili sul mercato. Le imprese possono richiedere, senza impegno, una consulenza del tutto gratuita: a partire dall’ultima bolletta sarà possibile individuare il fornitore più conveniente in base alle esigenze e alla tipologia di consumo e stimare il risparmio annuo sia in termini assoluti sia in percentuale. I risparmi annui possono arrivare anche a diverse migliaia di euro.

Confartigianato ha infatti costituito il C.A.E.M., primo consorzio italiano di aziende artigiane per l’acquisto di energia elettrica e gas alle migliori condizioni di mercato ed è sorto proprio con l’obiettivo di cogliere le opportunità offerte dalla liberalizzazione dei servizi di pubblica utilità.

Il consorzio lavora costantemente per individuare i fornitori di energia elettrica e di gas, capaci di rispondere nel modo migliore e con le condizioni più vantaggiose ai bisogni delle imprese artigiane e delle piccole e medie imprese. E’ il Caem, infatti, si occupa delle trattative, che molto spesso richiedono tempi lunghi, consentendo così alle imprese di poter usufruire delle tariffe migliori senza nessuno sforzo. Grazie al fatto che il prezzo dell’energia elettrica e del gas non sono più imposti in un regime di monopolio, ma sono frutto di una contrattazione tra le parti, il consorzio assicura un continuo monitoraggio del mercato e opera con i principali fornitori a livello nazionale.

Per aiutare l’imprenditore gestire nel migliore dei modi il consumo di energia elettrica e gas, inoltre, è stato predisposto un semplice ed utile strumento che aiuta a controllare periodicamente i consumi dell’azienda.

Per l’analisi gratuita dei consumi e per stimare il risparmio annuo o per qualsiasi informazione

Alessandro Iezzi

tel: 0871.330270

Email: energia@confartigianato.ch.it