Category

Lavoro

Category

“Esprimo la mia vicinanza ai giovani disoccupati, alle persone in cassa integrazione o precarie; ma anche agli imprenditori, agli artigiani e a tutti i lavoratori dei vari settori, soprattutto a quelli che fanno più fatica ad andare avanti”. Sono le parole che Papa Francesco ha rivolto al mondo del lavoro che ha incontrato ieri a Torino in occasione della visita pastorale di due giorni nel capoluogo piemontese.
“Il lavoro non è necessario solo per l’economia – ha sottolineato Papa Bergoglio – ma per la persona umana, per la sua dignità̀, per la sua cittadinanza e per l’inclusione sociale”.
Papa Francesco nel suo primo incontro della due giorni torinese ha chiesto al mondo del lavoro di avere “coraggio”.
“Mettere a disposizione dati e risorse, nella prospettiva del ”fare insieme – ha aggiunto – è condizione preliminare per superare l’attuale difficile situazione e per costruire un’ identità̀ nuova e adeguata ai tempi e alle esigenze del territorio. E’ giunto il tempo di riattivare una solidarietà tra le generazioni, di recuperare la fiducia tra giovani e adulti”.  “Con il suo discorso sul lavoro il Papa ha toccato il cuore dei tanti piccoli imprenditori che sudano e stringono i denti di fronte alle tante difficoltà, insieme alle loro famiglie e che sono l’ossatura del Paese. Così il Presidente di Confartigianato Torino, Dino De Santis, ha commentato le parole del Pontefice. “Ho avuto la fortuna – spiega – di essere presente all’incontro che il Papa ha voluto avere con i rappresentanti del mondo del lavoro. Nelle sue parole non c’è stato passaggio che non sia stato emozionante, commovente. L’intero discorso è arrivato dritto al nostro cuore e ora ci sentiamo meno soli”. “Le parole di Papa Bergoglio – aggiunge De Santis – ci danno nuovi stimoli a proseguire nel nostro faticoso lavoro. Speriamo che ci governa e decide non le abbia solo sentite, ma anche ascoltate. E che ne faccia tesoro perché in Italia le piccole imprese sono oltre il 90% del tessuto produttivo, costituiscono l’ossatura del sistema economico del nostro Paese”. Il Presidente De Santis continua: “Con la sua grande sensibilità, il Papa ha lanciato un appello a non rassegnarci, a guardare al futuro con coraggio e serenità e ad essere ogni giorno artigiani e creativi. Ci ha commosso, in particolare, quando ha fatto cenno a quel patto generazione che è un’esigenza molto sentita, necessaria per dare prospettive alle future generazioni e superare la crisi”.