Credito

Contributo a fondo perduto per agenzie di viaggi e tour operator: ultimi giorni per presentare la domanda

Agenzie di viaggio e tour operator: entro il 9 ottobre invio delle domande di contributo

Fino al 9 ottobre 2020 alle ore 17:00, le agenzie di viaggio e i tour operator potranno inviare l’istanza per l’accesso al contributo a fondo perduto per il ristoro di agenzie di viaggi e tour operator a seguito delle misure di contenimento da Covid-19, a valere sul fondo di cui all’art. 182, comma 1 del DL Rilancio.

Lo ha comunicato il MiBACT (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) con un avviso pubblico del 15.09.2020 ai sensi dell’art. 3, comma 1, del Decreto Ministeriale 12 agosto 2020.

L’istanza di accesso al contributo è effettuata attraverso uno sportello telematico appositamente predisposto, raggiungibile all’indirizzo: https://sportelloincentivi.beniculturali.it, dove il servizio messo a disposizione dell’utente consente di:

  • identificare il rappresentante dell’impresa con SPID o CNS;
  • delegare un soggetto terzo alla presentazione dell’istanza;
  • compilare una istanza telematica, fornendo autodichiarazioni ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.P.R. 445/2000;
  • inviare all’Amministrazione l’istanza firmata digitalmente dal rappresentante dell’impresa o dal delegato, con conseguente ricevuta di avvenuta presentazione e trasmissione dell’istanza in formato PDF, oltre al protocollo di entrata.

Lo sportello telematico consente l’invio di una sola istanza per ciascun operatore economico. Nel caso fosse necessario procedere alla presentazione di una seconda istanza, correttiva della prima, lo sportello acquisirà quest’ultima sostituendola alla prima. L’operazione è possibile anche per un numero di istanze correttive superiore a due.

Sono beneficiari delle risorse di cui al presente decreto le agenzie di viaggio e i tour operator che, al momento della presentazione dell’istanza, esercitano attività di impresa primaria o prevalente identificata dai seguenti codici ATECO: 

  • 79.11 – Attività delle agenzie di viaggio
  • 79.12 – Attività dei tour operator

e devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • iscrizione al Registro delle imprese con i codici ATECO di cui sopra;
  • essere impresa attiva e non avere procedure concorsuali in corso;
  • avere sede legale in Italia;
  • essere in regola con gli obblighi di protezione in caso d’insolvenza o fallimento, previsti dal decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79;
  • non essere destinatari di sanzioni interdittive ai sensi dell’articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231;
  • essere in regola con gli obblighi in materia previdenziale, fiscale, assicurativa;
  • assenza di condizioni ostative alla contrattazione con le pubbliche amministrazioni.

Ammontare del contributo

Ricordiamo che l’ammontare del contributo a valere sul fondo per il sostegno del settore turistico, è determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dal 23 febbraio 2020 al 31 luglio 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del corrispondente periodo del 2019 come segue:

  • 20 per cento per i soggetti con ricavi non superiori a 400 mila euro nel periodo d’imposta 2019;
  • 15 per cento per i soggetti con ricavi superiori a 400 mila euro e fino a un 1 milione di euro nel periodo d’imposta 2019;
  • 10 per cento per i soggetti con ricavi superiori a 1 milione di euro e fino a 50 milioni di euro nel periodo d’imposta 2019;
  • 5 per cento per i soggetti con ricavi superiori a 50 milioni di euro nel periodo d’imposta 2019.

Il contributo va ad integrare il contributo a fondo perduto eventualmente ricevuto ai sensi dell’articolo 25 del decreto-legge n. 34 del 2020, di conseguenza, la base di calcolo per la determinazione del contributo teorico spettante viene individuata al netto del contributo a fondo perduto eventualmente riconosciuto ai sensi del citato articolo 25.

Il contributo per il sostegno del turismo non può comunque superare la differenza tra i ricavi del 2019 e quelli del 2020 nel periodo considerato.

L’erogazione viene disposta dalla Direzione generale Turismo entro 30 giorni dal termine di presentazione dell’ultima domanda.

Presentazione delle istanze:
Le istanze per l’accesso al fondo dovranno essere presentate mediante procedura automatizzata, compilando il format disponibile nello sportello telematico appositamente predisposto, raggiungibile all’indirizzo: https://sportelloincentivi.beniculturali.it

Lo sportello telematico è accessibile dal 21 SETTEMBRE 2020 per una durata di 15 giorni lavorativi, dunque fino al 09 OTTOBRE 2020  alle ore 17:00.

Comments are closed.