Notizie

Nuovo decreto del Governo, dal 15 ottobre Green Pass obbligatorio per i lavoratori

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo decreto legge in materia di “Green pass” vòlto ad estendere l’applicazione della certificazione verde Covid-19 a tutto il lavoro pubblico e privato. Si tratta di un provvedimento da tempo auspicato e sollecitato anche da Confartigianato per fare chiarezza e volto a coniugare la tutela della salute e sicurezza delle persone con l’obiettivo di rilanciare l’economia attraverso l’allentamento delle restrizioni che ancora condizionano l’attività di impresa.

In particolare, il provvedimento estende, dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021, l’obbligo di possedere e di esibire, su richiesta, la certificazione verde a chiunque svolga un’attività lavorativa nel settore privato, al fine di accedere ai luoghi di lavoro.

L’obbligo è, inoltre, esteso a tutti i soggetti esterni che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa, di formazione o di volontariato presso i luoghi di lavoro privati.

Restano, invece, esclusi i soggetti esenti dalla campagna vaccinale.

Dal punto di vista attuativo, saranno i datori di lavoro a dover assicurare il rispetto delle nuove prescrizioni, definendo entro il 15 ottobre le modalità per l’organizzazione delle verifiche e individuando i soggetti incaricati dell’accertamento e della contestazione delle eventuali violazioni.

Il mancato possesso del Green pass comporta la sospensione dal lavoro, senza diritto alla retribuzione, ma con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro ed esclusione di sanzioni disciplinari.

Per le imprese con meno di 15 dipendenti è prevista una disciplina specifica che prevede la sospensione del lavoratore dopo il quinto giorno di mancata presentazione della certificazione verde e volta a consentire la sua temporanea sostituzione.

 

Comments are closed.