Tag

beni strumentali

Browsing

Con la Legge n. 127 del 3 agosto 2017 è stata fornita una proroga dal 30.6 al 30.9.2018 del termine entro il quale effettuare gli investimenti in beni strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico al fine di beneficiare della maggiorazione del 150% del costo di acquisizione, c.d. iper ammortamento introdotto con la Legge di Bilancio 2017.

Resta comunque ferma la data del 31 dicembre 2017, entro la quale :

  • l’ordine sia accettato dal venditore;
  • siano pagati acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

In assenza di tali due condizioni gli investimenti agevolabili devono essere effettuati nel periodo 1.1 – 31.12.2017.

I dati aggiornati a Luglio 2017 mostrano ancora disponibilità per ottenere contributi a sostegno di investimenti per acquistare macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

Il contributo del Ministero dello Sviluppo Economico è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo uguale all’investimento, ad un tasso d’interesse annuo pari al:

  • 2,75% per gli investimenti ordinari;
  • 3,575% per gli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti (contributo maggiorato del 30% introdotto dalla legge di bilancio 2017 per i beni indicati nell’allegato 6/A e nell’allegato 6/B alla circolare 15 febbraio 2017, n. 14036, e ss.mm.ii.).

Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese (PMI) di tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, ad eccezione dei seguenti:

  • attività finanziarie e assicurative;
  • attività connesse all’esportazione e per gli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione.

Il finanziamento, che può essere assistito dalla garanzia del “Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese” fino all’80% dell’ammontare del finanziamento stesso, deve essere:

  • di durata non superiore a 5 anni;
  • di importo compreso tra 20.000 euro e 2 milioni di euro;
  • interamente utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili.

Creditfidi ha predisposto una linea di finanziamento agevolato che consente, alle imprese esistenti, di abbattere totalmente il tasso di interesse pagato dall’impresa.

Per maggiori informazioni le imprese possono rivolgersi agli uffici di Creditfidi operanti sul territorio regionale oppure scrivere una mail a: info@creditfidi.it per essere contattati da un commerciale.