Tag

imprese

Browsing

Pubblichiamo la Determinazione n. 321 /DPH008 del 11.09.2020 recante: POR FESR Abruzzo 2014-2020 – “Avviso per contributi a fondo perduto a favore dei settori turismo, commercio al dettaglio ed altri servizi per contrastare gli effetti della grave crisi economica derivante dall’emergenza epidemiologica da COVID-19” L.R.10/20 – D.G.R.352/20 – D.G.R.533/20
Clicca qui per visionare gli elenchi potenziali beneficiari

Prende il via il 31 agosto 2020 alle 15:00 per chiudersi alla stessa ora del 2 ottobre 2020 il contest di content marketing “Viaggio in Italia. Nuovi modi di raccontare il turismo”, lanciato dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, in collaborazione con Invitalia. Il budget totale a disposizione è di 180.000 euro per 6 progetti creativi e inediti da realizzare entro novembre 2020.

L’obiettivo è individuare creativi che, attraverso proposte inedite e innovative, realizzino contenuti per promuovere il turismo di prossimità, il turismo nei borghi e il turismo lento, ovvero mete turistiche che rispondono in pieno alle esigenze di “nuova normalità” imposte dall’emergenza Coronavirus e che possono trainare la ripresa del settore nel nostro Paese.

La creatività della proposta dovrà essere innovativa in termini di codici, format e tone of voice e non dovrà avere particolari connotazioni geografiche o stagionali.
I lavori dovranno raccontare, attraverso un tono moderno e originale, le infinite possibilità offerte dal territorio italiano, nella sua interezza, per i viaggiatori che intendono scoprire il Paese, con particolare riferimento alle tre categorie di turismo individuate.

Il contest stesso sarà on line sulla piattaforma Zooppa alla pagina https://app.zooppa.com/projects/viaggio-in-italia, da cui sarà possibile consultare dettagli e regolamento, scaricare i materiali e inviare la proposta. Le richieste di chiarimento sul progetto verranno gestite da Zooppa attraverso i propri canali.

A ciascuno degli autori dei concept selezionati dal MiBACT come vincitori, sarà affidato un budget di produzione di 30.000 euro per la realizzazione dei prodotti finiti fra ottobre e novembre 2020. In particolare, gli autori dovranno presentare lo storyboard definitivo dopo una settimana dalla designazione e dovranno finalizzare la produzione dei contenuti, in coordinamento con Invitalia, entro cinque settimane dalla pubblicazione della graduatoria dei progetti ammessi.

Il MiBACT acquisirà diritti esclusivi di utilizzo sui progetti creativi selezionati e sugli esecutivi finali per la realizzazione di campagne di comunicazione sui canali istituzionali on line e off line del Ministero (quali, ad esempio: sito web, canali social, ecc.) e di altri soggetti istituzionali.

Il MiBACT acquisirà anche il “diritto di preferenza” nell’acquisto della licenza di utilizzo in esclusiva dei progetti non vincitori, che potrà essere esercitato dal momento in cui i progetti siano stati caricati sulla piattaforma. Tale diritto di preferenza avrà durata di 12 mesi dalla data di chiusura del contest.

Il MiBACT si riserva il diritto di non assegnare alcun budget, nel caso in cui nessuno dei progetti ricevuti sia idoneo alla selezione, secondo i criteri e le modalità delineate nel regolamento.

Per partecipare al contest i progetti caricati sulla piattaforma Zooppa dovranno essere lavori originali e inediti. Caricando un contenuto su Zooppa si dovrà dichiarare di possederne tutti i diritti e di non violare in alcun modo diritti di proprietà intellettuale di terze parti, pena la squalifica dal contest.

Aggiornato il contatore della misura beni strumentali l’agevolazione messa a disposizione per facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo dell’Italia.

La misura nuova Sabatini a cui possono beneficiare le micro, piccole e medie imprese (PMI) sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.
Per maggiori informazioni rivolgersi agli uffici di Creditfidi. Tel. 0871/330270 mail: info@creditfidi.it.

#mise #imprenditorialità #impresa #impresa4.0 #dihabruzzo #innovazione #digitalization #creditfidi #confartigianatochietilaquila

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’atteso decreto dirigenziale che rende operative le misure concernenti gli investimenti per il settore autotrasporto per il biennio 2020-2021.

Le risorse complessive disponibili sono pari a 122.225.624 euro, suddivisi equamente tra i due periodi di incentivazione. Si tratta di una cifra quasi tripla rispetto a quella messa a disposizione per la tornata precedente del 2019. In sostanza, un grande risultato ottenuto da Confartigianato Trasporti, a favore della categoria.

Viene confermato il sistema di prenotazione dell’incentivo, così da assicurare alle imprese la certezza del contributo spettante. I contributi saranno erogabili fino a esaurimento risorse.

SPESE AMMISSIBILI. Sono ammessi gli investimenti relativi a:

  • acquisizione di autoveicoli nuovi adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 ton a trazione alternativa
  • rottamazione di veicoli pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 ton, con contestuale acquisizione, di veicoli nuovi Euro VI di massa complessiva a pieno carico a partire da 7 ton;
  • acquisizione di veicoli commerciali leggeri Euro VI di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 ton fino a 7 ton con contestuale rottamazione di veicoli della stessa tipologia.
  • acquisizione di rimorchi e semirimorchi nuovi per il trasporto combinato ferroviario o marittimo.
  • acquisizione di casse mobili e rimorchi o semirimorchi porta casse per facilitare l’utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione fra loro.

TERMINI, MODALITÀ DI COMPILAZIONE E DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE. Il contributo è destinato esclusivamente alle imprese di autotrasporto di cose per conto di terzi iscritte all’Albo ed al REN (Registro Elettronico Nazionale). La domanda che sarà presentata inizialmente ha validità di prenotazione, all’interno dei due periodi di incentivazione (dal 01/10/2020 al 16/11/2020 e dal 14/05/2021 al 30/06/2021).
Le presentazioni, complete di tutti gli allegati richiesti, devono essere inviate, distintamente nei due periodi, esclusivamente a mezzo pec dall’indirizzo di posta elettronica certificata dell’impresa, all’indirizzo ram.investimenti2020@legalmail.it.

Le istanze di prenotazione saranno ordinate in funzione della data e dell’ora di invio della PEC da parte dell’impresa.

INVESTIMENTO E RENDICONTAZIONE. L’investimento deve essere avviato in data successiva al 28/07/2020. Nel caso di rottamazione, questa dovrà avvenire tra il 28/07/2020 ed il termine ultimo indicato per la presentazione della rendicontazione di ciascun periodo di incentivazione. I veicoli rottamati, a pena di inammissibilità, devono essere stati detenuti in proprietà per almeno i tre anni precedenti dal medesimo soggetto che presenta la domanda di contributo.

Per ulteriori informazioni e per la predisposizione della domanda contattare Francesco Cicchini tel. 0871/330270 pers. 349/8871505 –  e-mail categorie@confartigianato.ch.it

E’ disponibile online la nuova edizione di Obiettivo Impresa, la rivista di Confartigianato Chieti L’Aquila. Si tratta del primo numero del 2020, già distribuito gratuitamente a tutti gli associati . In questa edizione ampio spazio per tutte le iniziative e informazioni utili per le Imprese e i cittadini in relazione al particolare momento economico che stiamo attraversando a causa dell’emergenza COVID-19.

LEGGI LA RIVISTA

Corso SVAB in partenza il prossimo 23 Settembre.

Ancora qualche posto disponibile.

Il corso, che avrà la durata di 124 ore,  è rivolto a coloro che intendono svolgere l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, addetto alla vendita presso il primo esercizio pubblico (bar, pub, ristoranti, alberghi con bar e/o ristorante, caffè, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari, latterie) nel rispetto dei requisiti previsti dal D.Lgs. n. 59/2010, art. 71, comma 6 per l’esercizio dell’attività imprenditoriale in materia alimentare.

Contattaci per maggiori info:

📞 tel. 087164430

📧e-mail. info@academyforme.it

Chieti, 14 agosto. “Il 25 per cento delle imprese del territorio rischia di scomparire a causa della crisi da Covid-19. A partire da settembre dovremo rimboccarci le maniche, perché c’è un’economia da ricostruire. Il momento è delicatissimo e non c’è tempo da perdere. E’ fondamentale che le istituzioni, da quelle nazionali a quella locali, sappiano accompagnare la ripresa e favorire le imprese, altrimenti si rischia di raggiungere un punto di non ritorno”. Lo afferma il direttore generale di Confartigianato Chieti L’Aquila, Daniele Giangiulli.

“Da settembre in poi – sottolinea – avremo di fronte una serie di appuntamenti cruciali. Ci saranno le scadenze fiscali e riprenderà il pagamento delle rate di mutui e finanziamenti. Tutto questo mentre le imprese a stento sono riuscite a ripartire. Dalla politica ci aspettiamo non annunci e slogan, ma misure concrete, strumenti che favoriscano realmente la ripresa. E’ necessario che sia fatto tutto il possibile, perché la posta in gioco è troppo alta”.

“Gli artigiani e le piccole imprese, cuore pulsante dell’economia abruzzese – afferma – hanno tenuto duro durante il lockdown e hanno fatto di tutto per ripartire dopo la riapertura. Da soli, però, non possono farcela”.

Giangiulli, membro del Comitato tecnico scientifico della Regione Abruzzo, rilancia quindi le proposte avanzate nell’ambito dell’organismo istituito proprio per contribuire alla ripresa dell’economia locale. Sul fronte del credito, ad esempio, “esiste un gap significativo tra domanda e offerta di credito. In questa fase di grave crisi – osserva – la Regione Abruzzo ha promosso e può continuare a promuovere diverse iniziative volte a favorire l’accesso di liquidità alle imprese in crisi, tra cui garanzie per il sostegno di capitale circolante, per il sostegno della moratoria dei debiti alle imprese, per la concessione di prestiti a medio e lungo termine o fondo perduto, oltre alla concessione di contributi per l’abbattimento dei tassi di interesse e di contributi a fondo perduto per imprese operanti negli esercizi turistici, artigianali, commerciali,  industriali e ai lavoratori autonomi che hanno sospeso l’attività nel periodo marzo-aprile 2020”.

Se, per il direttore di Confartigianato, sul fronte lavoro “c’è da lavorare sui contratti a termine, dando certezze alle imprese affinché rinnovino quelli in scadenza o ne facciano di nuovi, e sull’occupazione femminile, il cui valore in Abruzzo è di gran lunga inferiore ai paesi europei più avanzati”, per quanto riguarda il turismo, “considerati i danni gravissimi provocati dall’emergenza, bisognerebbe contenere la perdita di produzione, ridurre i costi aziendali, rilanciare il settore e  salvaguardare i livelli occupazionali”.

“Fondamentale, infine, e non ci stancheremo mai di ripeterlo – conclude Giangiulli – la digitalizzazione, che forse è la sfida principale cui le nostre imprese si trovano di fronte, che consentirebbe una riduzione dei costi, una maggiore efficienza e garantirebbe la possibilità di affacciarsi su nuovi mercati prima inesplorati”.

Nel Decreto Rilancio convertito in legge e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 18 luglio, è stato rafforzato il cosiddetto superbonus 110% per realizzare interventi di efficienza energetica e misure antisismiche sugli edifici effettuati dal 1° luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021. La misura, già prevista per le prime case e in condominio anche per le seconde case, è stata estesa alle seconde case composte da una o più unità immobiliari dello stesso proprietario e può essere applicata anche agli interventi di demolizione e ricostruzione. Confermata altresì la possibilità di cessione del credito alle banche e ad altri istituti di credito.

Tutte le nuove opportunità che il superbonus apre alle imprese verranno spiegate da Confartigianato in un incontro organizzato in diretta streaming il 6 agosto, dalle ore 17 alle 19.

L’iniziativa, che fa seguito al webinar di approfondimento svoltosi l’11 giugno, vedrà gli Interventi Di Marco Granelli, Vice Presidente Vicario Confartigianato Imprese, Bruno Panieri, Direttore Politiche Economiche Confartigianato Imprese, Andrea Trevisani Direttore Politiche Fiscali Confartigianato Imprese, Alessandro Ponti, Amministratore Delegato Harley & Dikkinson, Francesco Simone, Direttore Generale Artigiancassa, Massimo Tufano di Grandi Accordi – Iccrea Banca.

Durante il webinar verranno illustrate anche le attività e gli strumenti di partenariato che la Confederazione sta mettendo in campo per consentire agli imprenditori di sfruttare al meglio le opportunità offerte dal superbonus.

Per seguire la diretta dell’incontro i rappresentanti del Sistema Confartigianato e gli imprenditori dovranno iscriversi su una piattaforma on line. Clicca QUI per iscriverti al webinar di Confartigianato.

In vista dei provvedimenti attuativi dell’agevolazione, l’Agenzia delle Entrate ha dedicato un’area del proprio portale al superbonus 110% (clicca QUI per raggiungerla) che contiene una specifica Guida fiscale (clicca QUI per scaricarla).

“Sono stati accreditati oggi al Fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato 516,3 milioni per le prestazioni di sostegno al reddito dei dipendenti delle imprese artigiane in sospensione dal lavoro ‘per Covid-19’”. E’ quanto si legge in una nota di Confartigianato di qualche minuto fa.

Sono pertanto nella disponibilità di Fsba tutte le risorse stanziate dal Decreto Rilancio in favore del Fondo. – prosegue la nota – Ora, quindi, Fsba proseguirà con l’erogazione delle prestazioni già da tempo avviata per i mesi di febbraio e marzo. Il trasferimento delle risorse a Fsba era atteso da oltre due mesi, ripetutamente sollecitato da Confartigianato”.

Dunque, le risorse annunciate dalla stessa Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo qualche giorno fa (clicca qui per leggere la news di TuttoLavoro24.it) sono state accreditate al Fondo Artigiani. Queste, come anticipato nelle scorse settimane saranno utili a pagare la “cassa integrazione” di aprile e gli eventuali degli arretrati di marzo.